Nuova ricerca

I migliori ospedali per Impianto di loop recorder

Cos'è?
Un loop recorder impiantabile (LRI) è un piccolo dispositivo medico metallico, senza fili, che si impianta sottocute, nella zona toracica in corrispondenza del cuore, per permettere di monitorare l’attività elettrica del muscolo cardiaco continuativamente per un lasso di tempo prolungato, ovvero di mesi, e persino anni (fino a tre). Questa procedura medica diagnostica si esegue in anestesia locale, in regime di day-hospital, ed è considerata innocua, mininvasiva e sicura. L’apparecchio rileva e registra tutte le variazioni del ritmo cardiaco del paziente sia in automatico, che a comando, ad esempio in previsione di eventi che potrebbero provocare un aumento delle pulsazioni o comunque una loro alterazione, tra cui attività fisica, lavori che comportano sforzo, situazioni emotivamente stressanti ecc. Un loop recorder standard ha dimensioni ridotte: 6 cm di lunghezza per 1cm di larghezza e uno spessore minimo, inferiore al cm. I dispositivi di ultima generazione, che funzionano a batteria, sono compatibili con la risonanza magnetica nucleare (RMN), una tecnica diagnostica che espone gli organi e i tessuti del corpo umano da analizzare a forti campi magnetici. 

A cosa serve?
Si prescrive l’impianto di un loop recorder (LRI) per controllare l’attività elettrica del cuore a lungo termine, evitando al paziente di dover indossare dispositivi esterni che necessitano di cure specifiche per essere utilizzati e che limitano le attività quotidiane. Il loop recorder, invece, proprio in quanto posizionato sottocute, in prossimità dello sterno, in modo da non creare fastidio, dolore o limitazioni al paziente, rappresenta lo strumento medico ideale per registrare il battito del cuore in ogni momento della giornata, e in ogni situazione, per un periodo di tempo superiore rispetto, ad esempio, ad un ECG dinamico secondo Holter. In tal modo, è possibile ottenere una diagnosi attendibile di eventuali anomalie dell’attività elettrica del cuore e quindi condizioni di aritmia – ad esempio fibrillazione atriale, extrasistole, tachicardia e bradicardia – che causano sintomi quali:
  • Sincope (svenimento improvviso)
  • Sensazione di stare per perdere conoscenza 
  • Sensazione di angoscia e debolezza estrema
  • Accelerazioni improvvise del battito (tachicardia) o decelerazioni (bradicardia) ricorrenti senza causa apparente o a seguito di sforzi 
L’impianto di loop recorder è pertanto indicato per la diagnosi di aritmie e svenimenti improvvisi  la cui causa non sia stata individuata con esami e test diagnostici di altro tipo. 

Come si impianta?
Il piccolo intervento chirurgico che permette l’impianto di un loop recorder (LRI), si esegue ambulatorialmente, con un’anestesia locale, praticando una piccola tasca sottocutanea nella regione della cassa toracica che è in corrispondenza del cuore. Infatti, questo dispositivo funziona in tutto e per tutto come un elettrocardiografo senza fili e senza elettrodi. Sebbene l’intervento sia breve e praticamente privo di rischi, possono sempre verificarsi, in rari casi, complicanze quali:
  • Sanguinamento o comparsa di lividi/ecchimosi 
  • Infezione (che potrebbe richiedere la terapia antibiotica, o persino la rimozione del dispositivo)
  • Dolore nella zone dell’impianto
  • Danni ai vasi sanguigni dell’area dell’impianto o al cuore
Si tratta di eventualità estremamente remote. L’intervento si esegue in questo modo:
  • si effettua un accesso venoso tramite agocannula
  • si applica un anestetico sulla cute dell’area toracica in cui avverrà l’impianto
  • si pratica una piccola incisione sulla cute, nella parte superiore sinistra del torace
  • si crea una sorta di piccola tasca sottocutanea nella quale viene posizionato il loop recorder
  • si sutura l’incisione con dei punti,  e si benda la ferita
Il tutto dura pochi minuti e non comporta particolare preparazione. Il paziente deve però recarsi in ospedale-ambulatorio digiuno dalla mezzanotte del giorno precedente, ma può sottoporsi alle normali terapie farmacologiche.

Cosa succede dopo?
Dopo 1-2 ore in osservazione post operatoria, Il paziente può far rientro a casa con il loop recorder impiantato, e può eventualmente assumere degli analgesici da banco se sente dolore nelle ore successive. Tuttavia, è consigliato farsi accompagnare, e soprattutto non mettersi alla guida, e anche una volta giunti a casa, è opportuno stare a riposo e non mettersi a lavorare o a fare attività che comportino sforzi. L’apparecchio si attiva in automatico, registrando le variazioni nel ritmo cardiaco, ma può essere anche gestito a comando dal paziente, che verrà istruito sulle modalità di utilizzo di un attivatore manuale. Nello specifico, si può registrare l’attività elettrica del cuore nei 5 minuti che precedono il comando manuale, e nei 10 successivi. Il decorso postoperatorio prevede costanti visite cardiologiche di follow up. Il dispositivo viene rimosso con procedura simile a quella per l’impianto, una volta che il suo scopo sia stato raggiunto e sia stata emessa la diagnosi e stabilita l’eventuale terapia. 
 
Continua a leggere
Policlinico San Pietro - Gruppo San Donato

Policlinico San Pietro - Gruppo San Donato

Casa di Cura privata accreditata SSN

Via Forlanini, 15 - 24036 Ponte San Pietro (BG)
Clinica Pinna Pintor di Torino - Policlinico di Monza

Clinica Pinna Pintor di Torino - Policlinico di Monza

Casa di Cura privata

via Vespucci, 61 - 10129 Torino (TO)

Agevolazioni con

Welion Card - MiCuro

Salus Hospital di Reggio Emilia - GVM Care & Research

Salus Hospital di Reggio Emilia - GVM Care & Research

Ospedale privato accreditato SSN

Via U. Levi, 7 - 42123 Reggio Emilia (RE)

Agevolazioni con

Welion Card - MiCuro

Istituto di Cura Città di Pavia - Gruppo San Donato

Istituto di Cura Città di Pavia - Gruppo San Donato

Casa di Cura privata accreditata SSN

Viale Parco Vecchio, 27 - 27100 Pavia (PV)
Casa di Cura San Gaudenzio di Novara - Policlinico di Monza

Casa di Cura San Gaudenzio di Novara - Policlinico di Monza

Casa di Cura privata accreditata SSN

Via Bottini Enrico, 3 - 28100 Novara (NO)

Agevolazioni con

Welion Card - MiCuro

Maria Eleonora Hospital di Palermo - GVM Care & Research

Maria Eleonora Hospital di Palermo - GVM Care & Research

Ospedale privato accreditato SSN

Viale Regione Siciliana, 1571 - 90135 Palermo (PA)

Agevolazioni con

Welion Card - MiCuro

Policlinico San Donato - Gruppo San Donato

Policlinico San Donato - Gruppo San Donato

IRCCS privato accreditato SSN

Piazza Edmondo Malan - 20097 San Donato Milanese (MI)
Clinica Privata Villalba di Bologna - GVM Care & Research

Clinica Privata Villalba di Bologna - GVM Care & Research

Casa di Cura privata

Via Di Roncrio, 25 - 40136 Bologna (BO)

Agevolazioni con

Welion Card - MiCuro

Visite specialistiche più cercate

Trova strutture

Le migliori strutture per...

Installa subito l'APP
e resta sempre aggiornato!