Zainetti, ecco le soluzioni

Zainetti, ecco le soluzioni
09 settembre 2016

Benessere

Da quando la scuola, già nel secolo scorso, ha pensionato le cartelle o gli elastici che legavano i libri, il problema del sovrappeso degli zainetti si pone ogni anno all’attenzione dei genitori, spesso timorosi che il peso dei libri e dei materiali da portare a scuola comporti rischi di scoliosi. Per tranquillizzare le mamme apprensive va detto che anche gli zaini troppo pesanti non generano in automatico gravi problemi alla schiena ma inducono spessissimo dolori alla schiena. Quanto al rischio di scoliosi, ne possono soffrire in particolare le giovani donne, per cause genetiche, non certo per la possibile mancanza di tonicità fisica, problema che coglie indifferentemente maschi e femmine sedentari, quindi fisicamente sotto tono, non allenati: per loro oltre alla schiena c’è il serio rischio di dolori al collo.

In ogni caso gli zainetti andrebbero controllati e alleggeriti del loro carico perché il massimo gravame consentito non dovrebbe superare il 15-20% del peso corporeo mentre la gran parte di ragazze e ragazzi, per non meno di un giorno la settimana, va ben oltre: si accolla uno zaino carico di un 22-27% del peso corporeo.

Nella scelta dello zainetto che fa al caso del figlio andrebbero seguiti questi criteri:

  • nelle dimensioni andrebbero evitati quelli troppi grandi, proporzionando lo zainetto alla corporatura (taglia) del bambino;
  • il peso dello zainetto caricato per intero non dovrebbe superare il 15-20% del peso corporeo del bambino;
  • le bretelle dovrebbero essere larghe, imbottite, di lunghezza utile a permettere che lo zainetto aderisca alla schiena;
  • la cintura addominale deve far aderire lo zaino alla colonna vertebrale in modo che lo zaino non ballonzoli camminando;

Importante, come modalità d’uso, la disposizione dei pesi: lo zainetto va riempito in altezza (alloggiamenti superiori) o in larghezza (sacche laterali) e mai in profondità, avendo cura di inserire il materiale più pesante sempre vicino allo schienale.

In collaborazione con
Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo dispone, al suo interno, di un team di lavoro poliedrico e multifunzionale composto da professionisti con diversi background.
Dalla componente scientifica a quella giornalistica ed editoriale, le figure professionali che operano in Dove e Come Mi Curo ogni giorno pianificano e arricchiscono la sezione Notizie del portale.
Dalle Curiosità a L’Appuntamento Con passando per gli Approfondimenti Scientifici, ogni contenuto è meticolosamente pensato, creato e divulgato dalla redazione per il suo pubblico, con l'obiettivo di rendere facilmente comprensibili e utili contenuti scientifici e tecnici in ambito medico-scientifico e di approfondire le ultime novità del settore.
Oltre ai canali social (di seguito segnalati) ci potete trovare anche su Facebook.