Vaccinazioni per vacanze sicure

Vaccinazioni per vacanze sicure
10 luglio 2016

Ricerca e Prevenzione

L’istituto Superiore di Sanità, in funzione di alcune zone del mondo – Africa, Sud Est Asiatico, America Latina e Medio Oriente – nelle quali c’è il rischio di contrarre malattie esotiche, i cui sintomi possono manifestarsi anche a distanza di settimane, rinnova l’obbligatorietà della profilassi (vaccinazione) prima di recarvisi per lavoro o in vacanza in quei luoghi. Tra le infezioni più probabili e pericolose la malaria, la febbre tifoide e gialla, l’epatite A e le più recenti zika, dengue e chikungunya, alcune delle quali prevenibili con un’accurata vaccinazione prima del viaggio.
 

Anche rientrando in Italia le probabilità di infezioni esotiche non sono scongiurate: febbre, rash cutanei, diarrea acuta, sintomi caratteristici di alcune malattie tropicali contraibili in Paesi in via di sviluppo o in aree a rischio, possono manifestarsi anche dopo il viaggio. Una eventualità che coglie l’8% di «turisti fai-da-te», secondo le stime istituzionali, disinformati sui pericoli sanitari locali o non adeguatamente vaccinati. I bambini, ad esempio, richiedono forme di intervento specifiche, spesso diverse da quelle per gli adulti, soprattutto nel dosaggio dei farmaci o per la differente possibilità di impiego dei vaccini disponibili.


Come, dove, quali e quando le vaccinazioni. A questi interrogativi rispondono con competenza i centri di infettivologia attivi sul territorio.
 

La febbre tifoide o febbre enterica o tifo addominale

La febbre tifoide è presente là dove l’igiene è fortemente carente, per cui si raccomanda di lavarsi accuratamente le mani dopo l’uso del bagno e prima del contatto col cibo. Infezione comune a gran parte dei Paesi in via di sviluppo, il tifo addominale vede nel Nord Africa e nel Sud Est asiatico i luoghi dove il contagio si abbina ad altre infezioni intestinali, tra cui epatite e colera. Febbre alta, dolori addominali e diarrea sono i primi sintomi della febbre enterica, che si contrasta con due tipi di vaccini: uno orale che garantisce un tasso di protezione intorno al 67% (e sino a sette anni dopo l’ultima dose), un secondo iniettabile, efficace al 72% dopo un anno e mezzo e al 50% dopo tre anni. Sono allo studio numerosi vaccini contro la febbre tifoide di nuova formulazione, dedicati in modo particolare ai bambini».

 

Febbre gialla

Si è più a rischio di contrarre la febbre gialla in Africa per il morso di alcune specie di zanzare. È una malattia virale, grave, con un tasso di mortalità del 50% in assenza di una vaccinazione mirata che va effettuata solo in Centri autorizzati, prima del viaggio. Il vaccino è ben tollerato, assicura una protezione totale e garantisce una immunità di 1,5-3 anni dalla somministrazione». Inizialmente la febbre gialla si può scambiare con una banale influenza in presenza di febbre, mal di testa, dolori muscolari, nausea e una remissione dei sintomi dopo 3 o 4 giorni.

 

Epatite A

Prevenibile anch’essa con il vaccino, è fra le malattie tropicale infettive trattabili più diffuse. La si contrae per ingestione, attraverso cibo e acqua contaminati o per contatto da individui infetti. Febbre alta, nausea, vomito, ittero, con sintomatologia molto grave nell’adulto, sono le manifestazioni caratteristiche di malattia.

 

Malaria

Le zone più a rischio sono vasti territori in Asia, Africa, America latina e centrale, isole caraibiche e Oceania. Difficile tutelarsi dalla malaria sia perché il veicolo di trasmissione è una zanzara largamente presente in quelle zone, sia perché febbriciattola, dolore osseo, mal di testa, nausea associabili a una lieve influenza, fanno spesso arrivare tardi alla diagnosi, sia perché non esiste un vaccino preventivo. La profilassi antimalarica richiede l’uso di differenti farmaci che variano a seconda del tipo di malaria che si vuol combattere e del territorio in cui ci si reca.

 

In collaborazione con
Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo dispone, al suo interno, di un team di lavoro poliedrico e multifunzionale composto da professionisti con diversi background.
Dalla componente scientifica a quella giornalistica ed editoriale, le figure professionali che operano in Dove e Come Mi Curo ogni giorno pianificano e arricchiscono la sezione Notizie del portale.
Dalle Curiosità a L’Appuntamento Con passando per gli Approfondimenti Scientifici, ogni contenuto è meticolosamente pensato, creato e divulgato dalla redazione per il suo pubblico, con l'obiettivo di rendere facilmente comprensibili e utili contenuti scientifici e tecnici in ambito medico-scientifico e di approfondire le ultime novità del settore.
Oltre ai canali social (di seguito segnalati) ci potete trovare anche su Facebook.