Tumori al seno: benefici da peso e movimento

Tumori al seno: benefici da peso e movimento
06 settembre 2016

Ricerca e Prevenzione

Muoversi con costanza e contenere il sovrappeso sono attività importanti sia per prevenire i tumori al seno sia per contrastarli. Il dato emerge da una ricerca promossa dalla Fondazione Pascale di Napoli d’intesa con la Temple University di Philadelphia appena pubblicata dalla rivista Cancer Biology & Therapy in cui sono evidenti le risposte alla chemioterapia in base al peso delle donne che la affrontano prima del trattamento chirurgico. Le pazienti normopeso sembrano usufruire di benefici terapeutici maggiorati del 22 per cento rispetto a donne in sovrappeso o obese.

Contro il tumore al seno gioca un ruolo importante un fisico tonico frutto di una alimentazione sana ed equilibrata nonché il movimento costante: mezz’ora almeno di attività sportiva per tre giorni la settimana, abbandonando il più possibile l’auto e scegliendo di camminare (scale a piedi, niente ascensori e scale mobili) o d’inforcare la bici. Queste abitudini facilmente acquisibili riducono il rischio di recidive nella malattia, oltre a contrastare gli effetti collaterali di chemioterapia e di terapia ormonale. Ultimo dato e non meno importante, garantiscono un migliore equilibrio psicologico, con ridotti rischi di depressione. Purtroppo la ginnastica prevista dopo le terapie è spesso trascurata dalle pazienti, non è vissuta come una regola da seguire.