NOTIZIE

Le ultime News e Approfondimenti dedicati al mondo della Salute e Sanità.

Smartphone: trovato il nome che ne indica la dipendenza

Large dcmc 414
24 aprile 2017

Ricerca e Prevenzione

Si chiama nomofobia (dall’inglese no-mobile) e indica la dipendenza da smartphone. Chi ne soffre ha il timore ossessivo di non essere raggiungibile via cellulare. Se lo si perde, manca la linea o la batteria, si arriva ad avere veri e propri attacchi di panico, con vertigini, tachicardia e mancanza di respiro.
Il nomofobo non spegne mai il cellulare. Deve essere sempre rintracciabile, magari adducendo motivi lavorativi.

I più colpiti sono i giovani tra i 18 e i 25 anni, con una leggera prevalenza di uomini. Il fenomeno è in forte crescita. Alcuni studi già da tempo richiamavano l’attenzione sul problema.

Una causa a questo comportamento si può trovare nell’uso dei social: abusandone si trascurano i rapporti umani, aumentano le distanze tra le persone. Se il social manca, subito ci si sente isolati, senza contatti con il mondo “virtuale”, spesso l’unico conosciuto.

Una ricerca svolta in Gran Bretagna da YouGov, ente di ricerca britannico, ha costatato che il 53% degli utenti di telefono provano forme d’ansia in assenza del cellulare. Lo studio è stato condotto su oltre 2.000 persone. La ricerca ha anche rilevato che i livelli di stress sono simili a quelli del giorno delle nozze, con tanto di tremarella alle gambe, o a quelli di una visita dentistica.