La sedentarietà presenta il conto

La sedentarietà presenta il conto
23 settembre 2016

Benessere

Quattro studi condotti su un milione di persone da un team guidato da Ulf Ekelund, docente presso la Norwegian School of Sports Sciences e la Cambridge University, attestano che la sedentarietà ha come conseguenze un aumento del rischio di malattie cardiovascolari, diabete e tumori, con un costo sociale enorme, in termini di vite umane di costi sanitari: cinque milioni di vittime ogni anno e 67,5 miliardi di dollari.

La sedentarietà è vissuta insomma come un’autentica pandemia, tanto che l’OMS – l’Onu della sanità – sta pensando di aumentare la dose settimanale di esercizio fisico moderato, da 150 minuti a non meno di 200. Senza dimenticare che un adulto su quattro nemmeno si attiene alla mezz’ora giornaliera di camminata di buon passo o alla pedalata di un’ora a ritmo blando: chi va a piedi dovrebbe procede a 5,6 km orari, mentre chi va in bici dovrebbe coprire non meno di 16 km in un’ora.

In base ai dati sulla mortalità, la sedentarietà è poco sotto il numero di decessi provocati dal fumo, che uccide sei milioni di persone ogni anno.

In collaborazione con
Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo dispone, al suo interno, di un team di lavoro poliedrico e multifunzionale composto da professionisti con diversi background.
Dalla componente scientifica a quella giornalistica ed editoriale, le figure professionali che operano in Dove e Come Mi Curo ogni giorno pianificano e arricchiscono la sezione Notizie del portale.
Dalle Curiosità a L’Appuntamento Con passando per gli Approfondimenti Scientifici, ogni contenuto è meticolosamente pensato, creato e divulgato dalla redazione per il suo pubblico, con l'obiettivo di rendere facilmente comprensibili e utili contenuti scientifici e tecnici in ambito medico-scientifico e di approfondire le ultime novità del settore.
Oltre ai canali social (di seguito segnalati) ci potete trovare anche su Facebook.