Curiosità

In questa sezione potrai consultare le curiosità riguardanti il mondo della salute e della sanità. Un’informazione semplice e alla portata di tutti per informarsi velocemente e rapidamente sulle ultime novità, innovazioni e tanto altro per restare sempre aggiornati.

Scegliere l’acqua giusta: come?

Scegliere l’acqua giusta: come?
25 giugno 2017

Alimentazione

Quando andiamo al supermercato siamo circondati da bottiglie di acqua che ci sembrano tutte uguali ma, come si fa a scegliere l’acqua giusta per sé?

Tutti sappiamo che, giornalmente, sarebbe bene bere almeno 1,5l/2l di acqua, da integrare anche con frutta e verdura ma, per scegliere l’acqua giusta l’unico strumento in nostro possesso è l’etichetta!
 

Come si legge l’etichetta dell’acqua?

3 sono generalmente gli elementi da controllare:
 
 

Residuo fisso


Se è sotto i 50mg/l vuol dire che quest’acqua è poco mineralizzata quindi va bene per i bambini e per coloro che hanno problemi di calcoli renali. Se l’etichetta segnala il residuo fisso fra i 500 e i 1500 mg/l va bene per coloro che praticano sport, essendo molto mineralizzata. Fra i 50 mg/l e i 500 mg/l l’acqua si considera oligominerale ed è adatta al consumo giornaliero. Questo valore è dato dal calcolo dei sali minerali che rimangono dopo l’evaporazione di un litro d’acqua a 180 gradi.
 

PH


L’acqua con PH 7 indica un prodotto neutro mentre maggiore di 7 si ha un’acqua alcalina o basica, sotto il 7 l’acqua diventa acida. Naturalmente in commercio, l’acqua da bere comunemente ha un PH neutro, che si aggira quindi attorno al valore 7.
 

Sodio


Quanti mg di sodio in un litro di acqua? Il sodio è fondamentale per l’essere umano e regola importanti meccanismi. Generalmente si consiglia di consumare abitualmente acqua a basso contenuto di sodio, in quanto già lo assumiamo grazie all’alimentazione. Se si soffre di pressione alta, inoltre, è consigliabile scegliere, con ulteriore attenzione, acqua povera di sodio.


È importante, inoltre, controllare che l’acqua abbia pochi nitriti e nitrati. Nel caso delle acque minerali il dosaggio massimo è 45 mg/l e scende a 10mg/l per le acque consigliate per i neonati. All’interno dell’acqua vi è anche il potassio, magnesio, calcio e altri minerali che potrebbero essere un parametro importante da guardare per chi sta seguendo una dieta o ha esigenze di salute precise.

 

La prossima volta che andate al supermercato… Ricordatevi di controllare l’etichetta!