NOTIZIE

Le ultime News e Approfondimenti dedicati al mondo della Salute e Sanità.

Il ritorno del morbillo

Il ritorno del morbillo
30 marzo 2017

Ricerca e Prevenzione

Ragazzi e i bambini non si vaccinano più. L’effetto gregge sta diminuendo. Recrudescenza di una malattia estinta e rischi da non sottovalutare.


E’ tornato. Anche se sembrava scomparso, era latente grazie all’effetto delle campagne vaccinali che lo tenevano sotto controllo. Colpiva con piccoli focolai che subito si estinguevano.
Tuttavia dall’inizio del 2017 ad oggi si è registrato un aumento dei casi del 230% rispetto allo scorso anno. Significa che i casi sono oltre che triplicati. In soli 3 mesi siamo quasi allo stesso numero di casi di morbillo di tutto il 2016. Lo dice il Ministero della Salute.

La prima causa di questa epidemia è il calo delle vaccinazioni, rifiutate dai genitori nonostante siano gratuite e fortemente raccomandate. Nel 2015 solo l’85,3% dei bambini di 2 anni è stato correttamente vaccinato. Bisognerebbe raggiungere il 95% per bloccare la diffusione del virus nella popolazione.

Al momento le regioni più colpite dal morbillo sono il Piemonte, la Lombardia, la Toscana e il Lazio. I più colpiti hanno tra i 15 e i 39 anni.

Il Ministero – che non manca di ricordare che il morbillo può anche essere letale (vedi gli approfondimenti Il Morbillo e Le Malattie Esantematiche) – promuovere ulteriormente la responsabilizzazione dei genitori e delle persone non immuni di tutte le età.
Per aggiornamenti, trovi qui tutte ultime notizie.