NOTIZIE

Le ultime News e Approfondimenti dedicati al mondo della Salute e Sanità.

Reni: cosa sapere

Reni: cosa sapere
17 marzo 2017

Ricerca e Prevenzione

Il 9 marzo si è svolta la giornata mondiale del rene. Questo organo è spesso dimenticato dagli italiani, seppure uno su dieci sia a rischio di malattia renale cronica. Questa condizione patologica può provocare perdita progressiva e completa della funzionalità renale.

Ma cosa fa il rene? Le sue attività si possono riassumere in:
  • Regolare la quantità d’acqua e degli elettroliti nell’organismo
  • Regolare l’equilibrio acido-base (e quindi il PH del sangue)
  • Eliminare alcune sostanze dall’organismo, come urea, acido urico e creatina o sostanze tossiche
  • Produrre alcuni ormoni, come la renina che regola la pressione arteriosa o l’eritropoietina che stimola la produzione di globuli rossi.
Il dottor Roberto Palumbo, Direttore della UOC Nefrologia e Dialisi dell'Ospedale S. Eugenio di Roma, spiega che “Molte patologie renali sono completamente curabili, altre possono essere 'stabilizzate', sia pure con gradi diversi di compromissione funzionale, altre ancora evolvono verso l'insufficienza renale terminale con la conseguente perdita quasi totale della funzione degli organi”.

I comportamenti più a rischio per il rene sono un cattivo controllo della pressione e il mancato uso di farmaci reno-protettori. Altri fattori di rischio sono le dislipidemie, il diabete e le malattie cardiovascolari, l’uso di troppi farmaci e diete sbagliate. Attenzione anche a sovrappeso e obesità, uno dei più importanti fattori di rischio per la malattia renale cronica.

Se si trova sangue nelle urine, si nota gonfiore al volto o nelle gambe, si hanno bruciori o difficoltà a urinare, meglio correre dal medico per un accertamento.