Pronto Trivulzio: numero verde per famiglie con anziani

Pronto Trivulzio: numero verde per famiglie con anziani
15 novembre 2018

Ricerca e Prevenzione

Una caduta o una sincope improvvisa nell'anziano sono eventi che spesso mandano in tilt una famiglia, che si vede costretta a trovare una soluzione in tempi rapidi. Per andare incontro a queste esigenze è nato Pronto Trivulzio: un numero verde (800.23.30.60) dedicato ai milanesi che hanno un problema legato agli anziani. A disposizione degli utenti ci sono anche uno sportello, un indirizzo email, il sito e la pagina Facebook del Pio Albergo. Ne abbiamo parlato con il Direttore Generale, Claudio Sileo.
 

Pronto Trivulzio, locandina con i contatti numero di telefono e riferimenti emailCome funziona il nuovo servizio?

Un team di operatori dà immediato ascolto ai cittadini che si trovano a vivere l’emergenza attraverso il numero verde e la email. Accanto a loro, c'è una figura infermieristica, in grado di comprendere al meglio la situazione e di proporre una serie di soluzioni. Diversi specialisti, poi, dal medico di medicina generale a quello ospedaliero, all'assistente sociale, ecc., possono essere interpellati a seconda delle necessità. Se il famigliare dell’anziano lo desidera può anche recarsi allo sportello per parlare direttamente con il personale, altrimenti può scaricare dal portale tutta la modulistica necessaria e rispedirla compilata senza spostarsi.
 

Cosa chiedono i cittadini?

Talvolta hanno bisogno di una soluzione “tampone” che dia alla famiglia un po' di respiro e il tempo necessario per riorganizzarsi: può trattarsi di un supporto a domicilio, ad esempio di una badante, o di un posto letto per un periodo di tempo limitato, o ancora di un ricovero più a lungo termine. Molte famiglie, oggi, non riescono a programmare in anticipo l'ingresso di un anziano in una struttura socio-sanitaria e si trovano a cambiare vita dall'oggi al domani. Questo servizio mira a sostenerle nel momento dell'emergenza.
 

Quante richieste di aiuto ricevete?

Oltre 40-50 alla settimana, via telefono o via email. Non poche, contando che il servizio è ancora in fase di avvio essendo partito a giugno 2018. Ciò che è particolarmente gradito ai cittadini è la possibilità di ricevere subito ascolto. Tra luglio e agosto, ci sono state anche molte richieste di ricovero cosiddette “di sollievo”: da parte di famiglie cioè che chiedevano di ospitare i loro anziani per un solo mese.
 

Locandina con immagine della struttura del Pio TrivulzioQuali sono le possibilità di assistenza oltre al ricovero presso la Residenza Sanitaria Assistenziale?

Le proposte sono diverse: dall'affiancamento di una badante, all'assistenza domiciliare, al centro diurno dove gli anziani possono trascorrere la giornata e poi tornare a casa. Il Trivulzio è anche un istituto di riabilitazione. Il suo ambulatorio offre 25 specialità e alcune rappresentano un’eccellenza nella diagnosi e nel trattamento delle malattie legate all’invecchiamento, come il Centro per l’Osteoporosi e il Centro Alzheimer. A riguardo, grazie al percorso di presa in carico del paziente cronico attivato in Lombardia abbiamo anche la possibilità di prendere in gestione anziani affetti da patologie croniche e garantire loro una serie di prestazioni ambulatoriali, che possono essere prenotate attraverso il servizio Pronto Trivulzio.
 

Com'è cambiata la mission del Pio Albergo Trivulzio dalla sua nascita ad oggi?

Per tutto il secolo scorso il Trivulzio è stato la casa di riposo per gli anziani meno abbienti di Milano. Dopo la fusione con l’Istituto Martinitt e Stelline, nel 2003, è diventato una grande Azienda di Servizi per la Persona, specializzata nella cura degli anziani e nella tutela dei giovani con difficoltà sociali.

L'offerta, quindi, si è ampliata in linea con le nuove esigenze della cittadinanza. Oggi il Pio Albergo Trivulzio dispone di 570 posti in RSA (Residenza Sanitaria Assistenziale), 400 in riabilitazione, 13 in hospice, 10 in post-acuta e 10 per il primo intervento geriatrico. Gli ultimi due reparti sono stati aperti di recente: quello di post-acuta è dedicato a chi deve fare una lunga degenza dopo il ricovero in ospedale. Il primo intervento geriatrico, invece, è un servizio pensato per gli over 80 che non necessitano di un ricovero ospedaliero ma di controlli in Pronto Soccorso: possono eseguire le verifiche qui, dopo di che viene valutata l'opportunità di un loro ritorno a casa, di un ricovero per la riabilitazione o di un ricovero in RSA.



Scopri tutti i dettagli del Pio Albergo Trivulzio su Dove e Come Mi Curo

 

Per maggiori info:
N° verde:  800  23 30 60
Email: [email protected]
Sportello: via Trivulzio 15, Milano
Sito: iltrivulzio.it
Pagina Facebook: Pio Albergo Trivulzio Martinitt e Stelline
 
In collaborazione con
Michela Crippa

Michela Crippa

Giornalista professionista, da oltre dodici anni mi occupo di giornalismo medico-scientifico per le riviste e i siti del Gruppo Sfera (Rizzoli) scrivendo principalmente di salute e alimentazione. Ho lavorato come redattore presso il mensile "Donna e Mamma" e oggi curo la rubrica delle news in primo piano di "Io e il Mio Bambino" e realizzo reportage sulle strutture ospedaliere per la sezione viaggi nei centri di eccellenza. Inoltre lavoro come addetta stampa del portale Dove e Come Mi Curo.