Progressi in dialisi negli Usa con apparecchiature portatili

Progressi in dialisi negli Usa con apparecchiature portatili
14 giugno 2016

Ricerca e Prevenzione

Oltre due milioni di persone nel mondo soffrono di insufficienza renale e sono costretti alla dialisi, con frequenze di trattamento molto ravvicinate (tre volte la settimana) tanto che parecchi di loro subiscono forti condizionamenti nelle normali attività quotidiane perché gli apparecchi per la dialisi non sono trasportabili. I pazienti sono sempre costretti a raggiungere i centri dove vi si sottopongono a dialisi. Ma una significativa novità si sta profilando: è in fase di sperimentazione un rene artificiale portatile messo a punto a Seattle dai ricercatori dell’Università di Washington.

L’apparecchiatura, che esegue una dialisi continuativa, è stata dapprima testata per otto ore su un piccolo numero di pazienti negli Stati Uniti. Ora si è proseguito con un test di 24 ore su 11 pazienti che erano stati in dialisi per almeno 15 mesi. Cinque pazienti hanno completato le 24 ore di trattamento, durante le quali l’apparecchio ha funzionato al meglio. Un paziente ha dovuto sospendere il trattamento per la coagulazione nel sangue. In altri due casi gli apparecchi hanno avuto bisogno della sostituzione delle batterie, mentre tre pazienti hanno dovuto interrompere la terapia per la presenza di bolle di gas nel circolo sanguigno.

In ogni caso non sono state registrate complicanze serie e tutti i pazienti sono stati in grado di camminare liberamente durante il trattamento. I malati hanno detto di essere soddisfatti per i pochi effetti collaterali, per la convenienza e la flessibilità del trattamento e per il minimo disagio associato all’uso del rene artificiale portatile. Secondo i ricercatori, tuttavia, ci vorranno ancora anni prima di ottenere apparecchi sicuri ed efficaci.
In collaborazione con
Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo dispone, al suo interno, di un team di lavoro poliedrico e multifunzionale composto da professionisti con diversi background.
Dalla componente scientifica a quella giornalistica ed editoriale, le figure professionali che operano in Dove e Come Mi Curo ogni giorno pianificano e arricchiscono la sezione Notizie del portale.
Dalle Curiosità a L’Appuntamento Con passando per gli Approfondimenti Scientifici, ogni contenuto è meticolosamente pensato, creato e divulgato dalla redazione per il suo pubblico, con l'obiettivo di rendere facilmente comprensibili e utili contenuti scientifici e tecnici in ambito medico-scientifico e di approfondire le ultime novità del settore.
Oltre ai canali social (di seguito segnalati) ci potete trovare anche su Facebook.