NOTIZIE

Le ultime News e Approfondimenti dedicati al mondo della Salute e Sanità.

Tumore al Seno: le iniziative più significative

Tumore al Seno: le iniziative più significative
03 novembre 2017

Ricerca e Prevenzione

Il mese “rosa” e tutte le iniziative che ti sei persa contro il cancro al seno

Una marea rosa per sommergere il tumore che più spaventa le donne. Ottobre, il mese delle castagne e delle zucche, da 25 anni si tinge di une bel pink energetico, il colore scelto per la campagna – anzi, per le campagne Nastro rosa - simbolo della lotta contro il big killer femminile per eccellenza, quel nemico silenzioso chiamato carcinoma mammario, che in Italia colpisce una donna su 8. Anche questo 2017 ha visto in campo diversi “attori” che a loro volta hanno sostenuto e sponsorizzato iniziative – alcune delle quali ormai storiche, altre del tutto inedite – volte da un lato alla sensibilizzazione nei confronti della malattia, dei suoi fattori di rischio, dell’importanza di sottoposi agli screening per la diagnosi precoce, dall’altro al sostenere la Ricerca e a raccontare le storie delle donne che “ce l’hanno fatta”. Perché la buona notizia è che seppure le diagnosi di cancro della mammella aumentano, aumenta in proporzione anche il numero delle guarigioni.

Qualche cifra?
  • 50mila donne in Italia scoprono di avere un tumore maligno al seno ogni anno
  • Di queste circa il 5/7% ha una origine genetica, ed è quindi ereditario…
  • … Ma in 20 anni la sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi è salita dall’81% all’87%
  • Cifre confortanti che ci dicono che la strada intrapresa – quella delle cure sempre più mirate e personalizzate, della prevenzione e della diagnosi precoce – è quella giusta
E tu, come ti collochi in tutto questo? Sei un “soggetto a rischio” perché donne della tua famiglia si sono ammalate di questo tumore? Oppure pensi di essere troppo giovane per preoccuparti e sottoporti ad una visita senologica? Non importa quanto sia sana adesso. Quello che conta è che continui ad esserlo sempre, e se questo non fosse possibile, che scoprendo con tempestività un tumore mammario in fase inziale, tu possa guarirne alla perfezione. Questo conta, e molto dipende da te, dalle tue scelte di oggi e di domani. Ti sei accorta che il mese di ottobre si è tinto di rosa per te? Se la cosa fosse passata inosservata, ti riassumiamo cosa è successo. A partire dai protagonisti principali e da un po’ di storia.
 
25 anni di Nastro rosa, significa che qualcuno – un quarto di secolo fa - ha deciso di usare un simbolo molto semplice, un fiocchetto da indossare come una spilla, del colore associato al sesso femminile, per dire basta al terrore che questo tumore ha sempre suscitato nelle donne. Terrore di ammalarsi e di morire, ma anche di essere “profanate” nella propria femminilità, di riemergere dalla malattia come donne a metà. Se ci pensi il seno per noi tutte non è un organo qualunque, è la quintessenza della natura femminile, rappresenta la maternità e quindi il nutrimento, ma anche la bellezza (intesa come armonia delle forme, come simmetria e morbidezza), la seduzione. Il seno si “porta”, si indossa come un vestito, si espone, questa parte del nostro corpo ci identifica proprio come il colore degli occhi e dei capelli. Un “pacchetto” di meravigliose funzioni e significati, che un tumore può portarci via in poco tempo. E allora quella persona che si “inventò” il nastro rosa, e con esso diede avvio alle campagne internazionali che oggi si sono moltiplicate per spingere le donne a prendersi cura di questa parte del loro corpo così delicata, fu Evelyn Estée Lauder, e proprio la sua Casa cosmetica da quel 1992 si impegna a sostenere la Ricerca con iniziative che si avvalgono del supporto di enti e organizzazioni. In Italia, ad esempio, la Estée Lauder Companies Italia ha scelto come partner d’elezione AIRC (Associazione italiana per la Ricerca sul Cancro) per finanziare la Ricerca e rendere finalmente curabile al 100% il carcinoma mammario.


Il Duomo si tinge di rosa... Le iniziative dell'AIRC per la Prevenzione ad Ottobre 2017

Il Duomo di Milano si tinge di rosa per l'AIRCVediamo cosa si sono inventati per il mese di ottobre 2017:
  • Hanno illuminato di rosa Il duomo di Milano! È successo il 27 settembre, per l’inaugurazione del mese della prevenzione.
  • Hanno cambiato lo slogan della campagna da BCA Campaign (Breast Cancer Awareness) in BC (Breast Cancer) perché dopo 25 anni in cui si è puntato sulla “consapevolezza” (awareness significa proprio questo), è arrivato il momento di andare oltre, e di investire esclusivamente sulle cure per liberare le donne da questa oscura minaccia una volta per tutte.
  • Hanno scelto come madrina della campagna la giovane attrice Alessandra Mastronardi.
  • Hanno immesso sul mercato – in oltre 3mila esercizi commerciali - una speciale edizione denominata Il Nastro rosa - dei prodotti cosmetici Estée Lauder per investire nella Ricerca una parte del ricavato dalla vendita.
  • Hanno scelto di ricordare Francesca del Rosso – testimonial AIRC nel 2014 - una blogger, giornalista e scrittrice che prima di andarsene nel 2016, ha lasciato un’eredità preziosa per tutte le donne: “Wondy”. Forse te la ricorderai, biondissima, simpatica e arguta, con questo libro racconta come ogni donna con una diagnosi di cancro al seno si trasformi in una supereroina, una “wonder woman” con super poteri che non si sa bene come emergono nel momento in cui ci si trova a dover affrontare la malattia. L’augurio, manco a dirlo, è che quei super poteri siano presto alla portata di tutte le wondy del mondo.
(Credit Photo: Pagina Facebook AIRC)
 

Il Colosseo si tinge di rosa... Le iniziative della LILT per la Prevenzione ad Ottobre 2017

Il Colosseo si tinge di rosa per la LILTTi sono piaciute queste iniziative? Non sono che un’onda della marea rosa che in ottobre ci ha travolto. Altri protagonisti? In campo anche la LILT, che in occasione del 25mo anno di LILT for Women ha lanciato la campagna Nastro rosa puntando soprattutto sull’informazione e sulla prevenzione. Come? Vediamo cosa ha organizzato nell’appena concluso ottobre 2017, il mese rosa.
  • Ha illuminato il Colosseo di rosa durante le notti di tutti i fine settimana del mese.
  • Ha lanciato il provocatorio hashtag #METTILOKO.
  • Ha scelto come testimonial della campagna la conduttrice tv Ilary Blasi.
  • Dal 2 al 31 ottobre ha offerto, in tutte le sedi LILT d’Italia, visite senologiche gratuite per le donne dai 25 ai 45 anni, previa prenotazione. In alcune città, tra cui Milano, ha fatto ancora meglio: in alcune piazze ha fatto stazionare le Unità Mobili LILT dove potersi sottoporre a visita o recuperare materiale informativo.
  • Ha invitato tutte le donne che avessero bisogno di chiarimenti, di supporto, di informazioni o volessero prenotare delle visite di controllo al seno, a chiamare il n° verde SOS LILT: 800 - 998877.
(Credit Photo: Profilo Twitter LILT)
 

Pink is Good

AIRC e LILT non sono le uniche associazioni che si siano mosse per promuovere la campagna il Nastro rosa nel mese di ottobre 2017. Altra protagonista di primo piano la Fondazione Umberto Veronesi, che fedele alla profezia del grande oncologo, il quale nel 2003 dichiarava: “Entro il 2020, se certe condizioni sociali, mediche e politiche saranno rispettate, in Italia morire di cancro al seno diventerà un evento raro”, aderisce alla campagna internazionale Nastro rosa con il progetto “Pink is good”, che dal 2013 raccoglie fondi per la Ricerca e sensibilizza alla prevenzione, coinvolgendo diversi partner e organizzando eventi all’insegna della salute. Ad esempio, per il mese “rosa” e dintorni:
  • Ha “reclutato” come Pink Ambassdor tre donne di diverse età – Silvia di 44 anni, Chiara di 30 anni, Milena di 48 anni - che hanno affrontato e superato un tumore al seno e oggi sono diventate delle maratonete…
  • …entrando nel Pink is good running team! Forse ti sarà capitato di veder correre una moltitudine di donne di ogni età con indosso una bella maglietta rosa. Sono loro! Nel gruppo del 2017 ci sono 40 donne guarite dal cancro al seno, che hanno un grande obiettivo: partecipare con onore alla maratona di New York, il prossimo 5 novembre. La7 ha deciso di seguire l’allenamento delle nostre con una serie di 10 pillole da 10 minuti, in onda tutti i pomeriggi dopo le 18 dal 23 ottobre al 3 novembre
  • Sempre a proposito di corsa – un’attività fisica che non solo aiuta a prevenire il cancro al seno, come scientificamente dimostrato, ma che accelera il processo di guarigione e fa bene all’umore – il 22 ottobre a Milano si è svolta la Pittarosso Pink Parade organizzata dal noto brand di scarpe e accessori, ovvero una corsa/camminata aperta a tutti con partenza da piazza Castello. La raccolta delle quote di iscrizione è stata interamente devoluta alla Fondazione Umberto Veronesi
Se per caso non fossi di Roma o di Milano, e quindi non avessi avuto la fortuna di ammirare il Duomo o il Colosseo tingersi di rosa, non per questo saresti legittimata nella tua distrazione. Infatti in questo ottobre 2017 l’ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni italiani), ha aderito alla campagna Nastro rosa, illuminando di questo colore un monumento a scelta di ogni città della penisola, da nord a sud, isole comprese… Che dirti. L’anno prossimo lasciati anche tu sommergere dalla marea rosa, e partecipa alle iniziative dedicate alla lotta contro il cancro al seno. Anzi, fallo prima.

Fallo per te, ma anche per tutte le “altre”. Perché a volte le altre, sono te.