Curiosità

In questa sezione potrai consultare le curiosità riguardanti il mondo della salute e della sanità. Un’informazione semplice e alla portata di tutti per informarsi velocemente e rapidamente sulle ultime novità, innovazioni e tanto altro per restare sempre aggiornati.

Paralimpiadi: un'invenzione italiana di cui andar fieri

Paralimpiadi: un'invenzione italiana di cui andar fieri
26 agosto 2016

Sport e Fitness

I Giochi paralimpici, o Paralimpiadi, rappresentano il parallelo dei Giochi Olimpici per le persone con disabilità fisiche. La prima edizione riconosciuta si svolse in Italia nel 1960, dopo che il medico Antonio Maglio, direttore del centro paraplegici dell'Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, propose a un altro medico, il britannico Ludwing Guttmann che già organizzava competizioni per i veterani della seconda guerra mondiale, una competizione sportiva chiamata "Giochi Internazionali per Paraplegici", in occasione della XVII Olimpiade a Roma.

La competizione ebbe subito rilevanza internazionale e iniziò a ripetersi ogni 4 anni, ove possibile nello stesso paese dei Giochi Olimpici ufficiali. Tuttavia fu solo dal 1984 che il Comitato Olimpico Internazionale approvò la denominazione "Giochi Paralimpici" e definì i giochi del '60 come la prima Paraolimpiade.

Dal 2001 i Giochi paralimpici sono stati ufficialmente abbinati alle Olimpiadi. Una curiosità: alcuni atleti sono riusciti a competere sia nei Giochi paralimpici che in quelli olimpici. E sono state soprattutto le donne a farsi notare, nel tiro con l'arco, il tennistavolo, l'atletica, il nuoto e il fioretto.

Quest'anno si avvicina il momento dei Giochi Paralimpici di Rio, che si terranno tra il 7 e il 18 settembre. Invitiamo quindi tutti a fare il tifo per la propria nazione. L'Inghilterra lo ha fatto così, con un video che incolla allo schermo!