Il nuoto, quasi nulla lo vieta

Il nuoto, quasi nulla lo vieta
27 dicembre 2016

Benessere

Cominciamo col dire che saper nuotare è utile per non chiamare aiuto, per cavarsela da soli, senza ricorrere al bagnino o a un benefattore che si lanci in nostro soccorso. E poi il nuoto, senza essere per forza sport, è un’attività fisico-ricreativa adatta a quasi tutti. Immersi nell’acqua, che ci sostiene, perdiamo sino al 90% del nostro peso, con riflessi positivi sulle articolazioni, soprattutto in soggetti sovrappeso o obesi. Il nuoto, va precisato, offre tutti i vantaggi delle attività aerobiche, attiva l’apparato cardiovascolare, riduce la pressione sanguigna e abbassa i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue. In più potenzia la forza e riduce la massa grassa a favore di quella muscolare. Favorisce il rilassamento e migliora l’umore.

Unica controindicazione, non è adatto a chi soffre di scoliosi grave, può persino accentuarla. Molta attenzione va posta ai bambini che soffrono di otiti e a chi è allergico al cloro presente in piscina, in particolare i bambini asmatici.

Il nuoto permette di bruciare calorie: in mezz’ora di nuoto blando se ne consumano da 90 a 220, con attività moderata da 150 a 370, se le intenzioni sono agonistiche se ne consumano da 220 a 550. SI consiglia di nuotare dalle due alle tre volte per settimana, cominciano con pochi minuti e proseguendo sino ad arrivare a un’ora al massimo. Farlo con costanza è un precetto da non mancare. Se possibile è bene alternare i diversi stili, non limitarsi a quello libero e alla rana. Chi ha mal di schiena o problemi di artrosi alle anche eviti di nuotare a rana, chi soffre di ernia del disco eviti sia la rana che il delfino. Fondamentale è saper respirare correttamente, per questo è bene rivolgersi agli esperti: non risparmieranno i consigli.

Avvertenze: al mare in estate bisogna nuotare schermati da creme solari, perché le scottature sono in agguato, visto che il sole riverbera sull’acqua; nuotando in acque libere – laghi, mare e fiumi – occhio alle temperature: c’è il rischio di subire l’ipotermia, ma la muta vi proteggerà efficacemente. In piscina e negli spogliatori mai camminare a piedi nudi, per non incorrere in micosi e verruche, fastidiosissime.

In collaborazione con
Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo dispone, al suo interno, di un team di lavoro poliedrico e multifunzionale composto da professionisti con diversi background.
Dalla componente scientifica a quella giornalistica ed editoriale, le figure professionali che operano in Dove e Come Mi Curo ogni giorno pianificano e arricchiscono la sezione Notizie del portale.
Dalle Curiosità a L’Appuntamento Con passando per gli Approfondimenti Scientifici, ogni contenuto è meticolosamente pensato, creato e divulgato dalla redazione per il suo pubblico, con l'obiettivo di rendere facilmente comprensibili e utili contenuti scientifici e tecnici in ambito medico-scientifico e di approfondire le ultime novità del settore.
Oltre ai canali social (di seguito segnalati) ci potete trovare anche su Facebook.