NOTIZIE

Le ultime News e Approfondimenti dedicati al mondo della Salute e Sanità.

In movimento contro il mal di testa

In movimento contro il mal di testa
29 agosto 2016

Benessere

Gli esercizi fisici per prevenire e curare la cefalea tensiva, la più diffusa

Muoversi, fare attività fisica in modo regolare è un antidoto efficace alla cefalea tensiva, la forma più diffusa di mal di testa. Lo garantisce il professor Gennaro Bussone, primario emerito dell’Istituto Neurologico Besta di Milano, per i benefici che derivano «dal maggiore apporto di ossigeno, da una respirazione e da una circolazione migliori e da una riduzione della dilatazione dei vasi sanguigni cerebrali, una delle principali cause delle crisi di cefalea. L’attività fisica aiuta ad aumentare l’elasticità muscolare nell’area del collo e delle spalle, area le cui frequenti contrazioni inducono spesso il cosiddetto mal di testa da cervicale».

L’imperativo categorico, secondo il professore, è «lottare contro la pigrizia e introdurre nelle abitudini quotidiane una moderata attività fisica, approfittando della bella stagione per muoversi all’aria aperta, nei parchi, in spiaggia o in piscina». Ne beneficerà non solo il fisico, ma anche l’umore. Con un’unica accortezza: gli sforzi fisici prolungati e massimali, tipici dello sport agonistico, vanno evitati perché controproducenti: possono infatti generare episodi di mal di testa.

Il professor Bussone consiglia di combattere il mal di testa con attività aerobiche come il pilates e lo yoga. Agiscono in prevenzione oltre ad alleviarne i sintomi: desensibilizzano al dolore a livello di sistema nervoso centrale. Anche la corsa è utile perché allevia lo stress e la tensione muscolare. Correre concorre al rilascio di endorfine, che sono antidolorifici naturali. Meglio iniziare a ritmo blando, alternando alla corsa le camminate di buon passo. Per irrobustire i muscoli dorsali e cervicali Bussone consiglia il nuoto, visto che immergere la testa sott’acqua può rilassare come la meditazione.

La bicicletta, per finire: pedalare mantiene il ritmo cardiaco a un livello accettabile. Chi non vuole avventurarsi sulle strade può usare la bici da camera. In ogni caso si liberano endorfine, con una sensazione immediata di benessere..