NOTIZIE

Le ultime News e Approfondimenti dedicati al mondo della Salute e Sanità.

Sette miti alimentari, da sfatare

Sette miti alimentari, da sfatare
10 dicembre 2016

Alimentazione

Sul fronte nutrizionale ci ha pensato l’AIGO, Associazione Italiana Gastroenterologi Ospedalieri, a smascherare convinzioni ben radicate, del tutto campate per aria, anche alcuni dei miti frutto di saggezze antiche, magari della nonna, se non della bisnonna. Un esempio? Una mela al giorno leva il medico di torno, molto popolare e del tutto fuori luogo visto che mele e pere contengono zuccheri fermentabili che nuocciono a chi soffre di colon irritabile. Idem per le erbe, non è vero che tutte indistintamente facciano bene. Gli estratti ospitati negli integratori alimentari, le famose 12 erbe, possono aggravare chi soffre di colon irritabile.

E ancora, il caffè fa male al fegato. Niente di più inesatto visto che il consumo di due tazzine giornaliere contrasta al meglio la steatosi epatica, che significa rischio di accumulo di grasso nel fegato. Il vino è un’insidia per il fegato? No, previene il rischio cardiovascolare e un suo consumo moderato giova al fegato grazie al resveratrolo, sostanza contenuta nell'uva nera. E’ sbagliato pensare che il tè verde, antiossidante naturale, sia un toccasana perché posto all'interno di prodotti e integratori, anche dimagranti, può determinare casi di insufficienza epatica.

Gran parte di coloro che osservano una dieta senza glutine non sono geneticamente celiaci. Molti di loro sono convinti che una dieta povera di carboidrati (con glutine) sia dimagrante e salutare. Al contrario questa rischia di ridurre il consumo di fibre contenute nei carboidrati, benefiche per la salute dell'intestino, con la comparsa di grassi saturi a compensare la mancanza di pasta e pane. Non tutti i succhi di frutta fanno bene perché contengono parecchio fruttosio che aumenta i grassi nel fegato. Fa eccezione quello di arance rosse, che ha l'effetto contrario: riduce i grassi nel fegato.

L’unico mito inossidabile rimane la dieta mediterranea: pur messa in discussione da diete di moda e cibo spazzatura, rimane quella più salutare ed equilibrata.