NOTIZIE

Le ultime News e Approfondimenti dedicati al mondo della Salute e Sanità.

Maschi sempre meno fertili

Large dcmc 272
25 novembre 2016

Ricerca e Prevenzione

Non c’è più nemmeno la visita di leva che svelava il varicocele Il 15% delle coppie, ricordano gli andrologi, cercano di avere un figlio ma l’uomo, almeno in metà dei casi responsabile dell’infertilità, poco se ne cura: uno su tre non lo sa e non prende provvedimenti mentre la donna, più avveduta, si fa carico di indagini e terapie, per sapere, per capire. E pensare che spesso basterebbe una visita dall'urologo andrologo e un test del liquido seminale, per riconoscere e curare i disturbi maschili che rendono infertili. Come suggerisce la Società Italiana di Andrologia (Sia) se ci fosse uno specialista andrologo/urologo in ogni centro di procreazione assistita si potrebbero ridurre gli accessi ai centri, i costi delle cure per l'infertilità e migliorare i risultati almeno del 30%. Preoccupa che il 25-30% degli under 18 abbia già un problema d’infertilità dovuta a uno stile di vita decisamente irresponsabile.

L'abolizione della visita di leva del resto ha eliminato la possibilità di riconoscere tempestivamente alcuni disturbi, come il varicocele, che possono minare la fertilità ma si possono facilmente curare se riconosciuti per tempo. Gli uomini non sanno che le malattie a trasmissione sessuale e le droghe influenzano la fertilità, che ha i suoi limiti anagrafici anche per il maschio.

Sei i buoni precetti che valgono per tutti, in prevenzione, dettati dalla Sia:

  1. Alimentazione - Diete ricche di grassi saturi riducono la concentrazione degli spermatozoi mentre gli omega-3 la favoriscono. Attenzione alla qualità dei cibi perché i pesticidi possono alterare lo sperma.
  2. Peso forma – L’obesità riduce i livelli di testosterone e di LH alterando la qualità e la quantità del seme.
  3. Niente fumo – Il fumo riduce il numero e la motilità degli spermatozoi.
  4. Niente droghe di qualsiasi tipo – Anche la marijuana provoca alterazioni dello sperma, con riduzione cospicua degli spermatozoi, che durano anche molto a lungo
  5. Alcol con giudizio - Un consumo abbondante e frequente peggiora la fertilità.
  6. Sport senza esagerare – Attenzione agli androgeni anabolizzanti: sopprimono la spermatogenesi e riducono il volume dei testicoli, con effetti reversibili una volta sospesa l'assunzione, ma occorrono anche due anni per tornare alla normalità.