NOTIZIE

Le ultime News e Approfondimenti dedicati al mondo della Salute e Sanità.

I Nuovi LEA 2017 sono Realtà: Prestazioni e Ticket

Large dcmc lea
23 marzo 2017

Ricerca e Prevenzione

Quali sono le prestazioni mediche che possiamo richiedere gratuitamente o con il pagamento del ticket?

Dopo 16 anni di attesa, Sabato 18 Marzo 2017 sono stati ufficialmente pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n.65 i nuovi Livelli Essenziali di Assistenza, meglio conosciuti con l’acronimo LEA. I "nuovi" LEA sono diventati legge. Il documento è stato firmato dal Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni lo scorso 12 Gennaio.
 

Che cosa sono i Livelli Essenziali di Assistenza (LEA)?


Le prestazioni indicate nei LEA rappresentano tutte le attività, servizi e prestazioni che il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) è tenuto a fornire a tutti i cittadini gratuitamente o dietro pagamento di un ticket.

Dopo 16 anni dall’ultimo aggiornamento, ci sono importanti novità inserite all’interno dei nuovi Livelli Essenziali di Assistenza. Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha definito i nuovi LEA come “un passaggio storico per la Sanità italiana” ed effettivamente i cambiamenti e gli aggiornamenti inseriti sono molti.
 

Le Novità dei Nuovi LEA 2017


Di seguito le principali novità:
  • Sono state tolte prestazioni obsolete introducendone altre più all’avanguardia e di alto contenuto tecnologico come la tomografia retinica (OTC), l'adroterapia, il gammaknife e il cyberknife, gli esami per la diagnosi della celiachia e l’enteroscopia con microcamera ingeribile.
  • Migliorata l’assistenza per coloro che hanno disabilità, come ad esempio l’introduzione di ausili protesici tecnologicamente avanzati (nuovo nomenclatore dell’assistenza protesica).
  • Inserite più di 110 malattie rare e 6 nuove patologie croniche (la celiachia è stata spostata dall’elenco delle malattie rare alle malattie croniche).
  • Nuovi vaccini ed estensione di alcuni già esistenti, in accordo con il Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale. Sono stati introdotti, ad esempio: anti-Papillomavirus, anti-Pneumococco e anti-Meningicocco. Sono stati estesi alcuni vaccini a nuovi destinatari come il vaccino per il Papillomavirus anche agli adolescenti maschi.
  • Aggiornata la lista delle prestazioni gratuite per le donne in gravidanza e in puerperio, in accordo con le Linee Guida sulla Gravidanza. Vengono offerti per la prima volta, gratuitamente, a tutte le donne: diagnosi prenatale con test combinato e, solo in caso di rischio elevato, amniocentesi o villocentesi; corsi di accompagnamento alla nascita; assistenza in puerperio; colloquio con lo psicologo in caso di disagio emotivo in gravidanza e/o in puerperio; visita specialistica di genetica medica ed eventuali indagini genetiche disposte dal genetista medico, in caso di aborti ripetuti.
  • Screening neonatale per sordità congenita e cataratta congenita ma anche per molte malattie metaboliche ereditarie.
  • Introdotte alcune prestazioni e controlli legati all’endometriosi. Si stimano circa 300.000 esenzioni.
  • Aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza per la diagnosi precoce, cura e trattamento individualizzato dei disturbi dello spettro acustico.
  • La procreazione medicalmente assistita e alcune delle prestazioni ad essa associate vengono inserite nella specialistica ambulatoriale.
  • È stata introdotta la consulenza genetica, che consente di spiegare al paziente l’importanza del test al momento dell’esecuzione, le implicazioni connesse al risultato al momento della consegna del referto e, eventualmente, di fornire allo stesso il sostegno necessario per affrontare situazioni emotivamente difficili.
  • Sempre in ambito genetico è stato rivisto pesantemente l’elenco delle prestazioni di genetica e, per ogni singola prestazione, si fa riferimento ad un elenco puntuale di patologie per le quali è necessaria l’indagine su un determinato numero di geni.
La Legge di Stabilità 2016 ha stanziato 800 milioni di euro per l’aggiornamento dei LEA. Il nuovo decreto è stato l’esito di un lavoro condiviso tra Stato, Regioni e Società Scientifiche. Infine, ricordiamo che è stata costituita la Commissione Nazionale per l’Aggiornamento dei LEA con il compito di monitorarne costantemente il contenuto, escludendo prestazioni, servizi o attività che diventeranno obsoleti e, analogamente, valutando di erogare a carico del Servizio Sanitario Nazionale trattamenti che, nel tempo, si dimostreranno innovativi o efficienti per la cura dei pazienti.

L’obiettivo è quello di avere un Sistema Sanitario Nazionale che sia sempre al passo con le innovazioni tecnologiche, scientifiche e con le esigenze dei cittadini.