NOTIZIE

Le ultime News e Approfondimenti dedicati al mondo della Salute e Sanità.

Komen: insieme per la lotta al tumore al seno

Large dcmc 489
02 settembre 2017

Ricerca e Prevenzione

Il tumore al seno: un nemico che si può sconfiggere

Uno dei mali del secolo, spauracchio per tutta l'umanità, è risaputo essere il cancro, alterazione cellulare genetica o sporadica in grado di colpire tutte le fasce d'età, senza distinzione.
Nell'universo femminile è però il tumore alla mammella, in grado di espandersi dalle fasi iniziali da una piccola area, sino a tutto il tessuto mammario. Nelle situazioni più estreme, purtroppo, può divenire metastasi spesso incurabile. Questo incubo riesce a incutere il maggiore timore per la sua pericolosità nelle fasi finali della patologia.
Le donne oggi sono però molto più forti e consapevoli del fatto che uno stile di vita consono e una lotta al tumore al seno, preventiva e pianificata sin dall'età giovanile, sono importanti opportunità per poter identificare con successo il blastoma nelle fasi iniziali e combatterlo con grande percentuale di guarigione.
 

Lo stile di vita come lotta al cancro

L'alta percentuale di incidenza del tumore al seno, ha condotto la ricerca medica e oncologica su binari di studio specializzati e approfonditi.
In questo settore le percentuali e le tabelle oncologiche denotano la propensione della patologia tumorale in situazioni di sovente definibili all'interno dello stile di vita della donna.
Non è più infatti mistero, e ciò vale per molte forme di patologia oncologica o cardiovascolare, bronchiali, neurologiche, epatiche, che la condotta alimentare e sociale della donna incide e non poco, incrementando la percentuale di rischio in condizioni da non sottovalutare assolutamente.
Il cancro si combatte a tavola e questa teoria non è una novità.
Da anni, medici, oncologi, funzionari del Ministero della Sanità consigliano un regime alimentare equilibrato, bilanciato, ricco di fibre e apporti alimentari di origine vegetale.
Frutta e verdura sono fondamentali nel concedere al nostro organismo importanti sali minerali, zuccheri non elaborati dall'industria alimentare, fibre grezze essenziali nell'equilibrio gastrico, micro-elementi efficaci nel garantire alle cellule una vita sana, dotandole di strumenti naturali ed efficaci nella prevenzione della loro fase degenerativa. Elementi d'origine vegetale, soprattutto gli antiossidanti, hanno rivelato infatti quanto alto sia il loro apporto e rinforzo per la vita cellulare, il sistema linfatico (e la mammella è composta da tessuti ricchi di ghiandole), il sistema cardio-circolatorio.
L'insieme di questi organi e vie linfatiche, sono fondamentali per un invecchiamento della donna strutturato e ponderato con senso di responsabilità e prevenzione.
L'abuso di carni, soprattutto rosse, formaggi, fritti, grassi insaturi e cotti, si oppongono alla tranquilla vita cellulare divenendo fonte di degenerazione organica.
Anche l'attività fisica ha rivelato quanto sia importante per l'organismo femminile, soprattutto nella fase che si denota come pre-menopausa, una sana e bilanciata attività fisica, in particolar modo per quelle lavoratrici sedentarie le quali trascorrono la maggior parte della propria giornata in ufficio, chiuse in uno spazio privo di luce solare, obbligando il corpo a posture innaturali e scarso esercizio corporeo.
Non è fondamentale, anche se consigliata, una stretta attività fisica strutturata all'interno di palestre o esercizi estremi. Anche dolci sedute di yoga o pilates, lunghe passeggiate all'aria aperta, lontane da fonti d'inquinamento atmosferico, sulle spiagge durante le ore di minore violenza solare o nei boschi, sono importanti starter per l'organismo, stimolando la produzione di serotonine, ormoni efficaci per il buonumore e la tutela cellulare, soprattutto ghiandolare e muscolare.
 

La diagnosi precoce sconfigge il cancro

Migliaia di donne oggi hanno capito quanto elevato sia il valore della prevenzione del cancro, controllando periodicamente, seguendo tabelle metodiche suggerite dal medico ginecologo, attraverso le quali la lotta al cancro diviene la ricerca ipotetica dello stesso durante le fasi iniziali, quindi con grandi percentuali di sconfitta senza elevati stress fisici e psicologici.
Se in passato la prevenzione era suggerimento, le donne oggi sono protagoniste assolute della loro salute, del proprio benessere, 'marciando' in prima linea tutte insieme per la lotta al tumore al seno.
 

Insieme a Komen sconfiggiamo il tumore al seno

La vita associativa si è arricchita di molte organizzazioni, come Komen, associazione di volontari nata negli Stati Uniti, in grado di essere fonte informativa per migliaia di donne, consapevolezza reciproca durante le fasi di prevenzione, supporto psicologico fondamentale e sodale in presenza della malattia.
Un modo per sentirsi forti perché gruppo e non sole nell'affrontare un male che è innanzitutto mentale, poi organico e medico.
Komen vuole le 'sue' donne insieme nella lotta al tumore al seno, fornendo materiali informativi, momenti d'aggregazione, associazione di donne consapevoli e volontarie distribuite radicalmente in tutte le regioni d'Italia, pronte a divenire centro di tutela e informazione dimostrando nelle percentuali che sconfiggere il tumore al seno si può, assieme è anche meglio.