COVID-19 e teleconsulto, intervista al Dott. Federico Esposti

COVID-19 e teleconsulto, intervista al Dott. Federico Esposti

Teleconsulto, cos'è e come funziona il nuovo servizio dell'Ospedale San Raffaele


Poter parlare con uno specialista per risolvere un problema di salute senza doversi necessariamente recare in ospedale. Oggi è possibile grazie alla telemedicina, che permette di erogare servizi di assistenza sanitaria a distanza.
Presso l'Ospedale San Raffaele di Milano e le altre strutture del Gruppo San Donato - l’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi, l’Istituto Clinico Sant’Ambrogio, il Palazzo della Salute Wellness Clinic e il Poliambulatorio San Raffaele Resnati - questa opzione è già realtà, complice la situazione generata dalla pandemia di Covid-19, che ha dato un'accelerata in questa direzione.
Grazie ai teleconsulti e ai videoconsulti è infatti possibile ridurre gli accessi in ospedale, limitando i rischi di contagio. Tanti i vantaggi per i pazienti. Ne abbiamo parlato con il Dott. Federico Esposti, ideatore dell’iniziativa e responsabile operativo di Ospedale San Raffaele, che ci ha anticipato alcune novità in arrivo.

Il Dott. Federico Esposti presta servizio presso la seguente struttura sanitaria: 
Ospedale San Raffaele - Gruppo San Donato

Ritratto del Dott. Federico Esposti, responsabile operativo di Ospedale San Raffaele
Che tipo di prestazioni possono essere richieste in telemedicina?

Con questa modalità è possibile richiedere primi pareri, second opinion, consulti e visite di controllo. L'offerta, in questo momento, spazia tra oltre 40 diverse specialità, quindi praticamente tutte.
I consulti più richiesti, ad oggi, sono quelli psicologici, pediatrici e nutrizionali, ma può essere affrontata online senza problemi anche una problematica cardiologica, dermatologica, oculistica, oncologica, ecc. A disposizione degli utenti ci sono anche uno spazio virtuale e privato dove salvare la propria documentazione medica, un servizio reminder (promemoria) per appuntamenti, terapie e follow-up, il collegamento con le segreterie mediche degli specialisti dell’ospedale e l’invio di referti e ricette utilizzabili direttamente in farmacia

Quali sono i vantaggi per i pazienti?

I vantaggi sono molti, a cominciare dall'abbattimento di tempi, costi e barriere geografiche. Potendo accedere alla piattaforma da qualsiasi parte del territorio nazionale, infatti, i pazienti possono ridurre al minimo le spese di vitto e alloggio ed evitare lunghi viaggi. Il risparmio riguarda anche familiari e accompagnatori, spesso costretti a perdere intere giornate di lavoro per assistere i loro cari.
Diversi anche i risvolti psicologici positivi sui pazienti che, così, si sentono più autonomi nella gestione della malattia e maggiormente protagonisti del processo di cura. Altro vantaggio è la possibilità di contattare il medico in qualunque momento. La risposta arriva in genere entro 3-5 giorni, contro un'attesa che può durare mesi per una visita specialistica. Il medico è sentito quindi più presente e raggiungibile rispetto al percorso tradizionale. Questo rappresenta un vantaggio soprattutto per i pazienti cronici, costretti a controlli frequenti, e per i pazienti affetti da patologie rare, che spesso faticano a trovare centri di riferimento vicini alla propria abitazione.

Come viene garantita la riservatezza dei dati sensibili? 

Viene garantita grazie a un sistema molto solido dal punto di vista informatico e rispettoso delle normative in materia di privacy.
Il nostro Internet Service Provider, infatti, è costantemente al lavoro per evitare attacchi informatici verso la piattaforma. Per proteggere i dati sensibili degli utenti, inoltre, le informazioni inserite sui server vengono crittografate, così da renderle incomprensibili a persone non autorizzate, mentre le password d'accesso vengono criptate in maniera irreversibile al momento dell’immissione. 

Immagine che ritrae una signora anziana in teleconsulto con il medico Come si effettua il pagamento?

Le prestazioni possono essere saldate mediante i classici sistemi di pagamento: Paypal o carta di credito. Ogni medico ha una tariffa nominale, come accade per le visite e i consulti in ambulatorio.

È possibile accedere anche in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale? 

Il servizio sarà presto disponibile anche in convenzione con il SSN per i residenti in Lombardia, grazie alla collaborazione con ATS Milano e Regione Lombardia. Alcune categorie di clienti, inoltre, possono già usufruire privatamente dei servizi di telemedicina a prezzi convenzionati (una possibilità prevista, ad esempio, per alcune assicurazioni e per i tesserati Coop Lombardia, grazie a un accordo stipulato con la cooperativa).

In che modo vengono supportati i pazienti meno informatizzati?

Il sistema è semplice da utilizzare, ma richiede un livello base d’informatizzazione. Secondo i dati raccolti, adoperano la piattaforma pazienti fino ai 75 anni d'età. Per rendere il servizio facilmente fruibile agli anziani e alle persone meno informatizzate, entro l'estate verranno istituiti degli spazi con personale addestrato a cui fare riferimento. Questo servizio verrà erogato in diversi punti del territorio: presso i centri prelievi o di check-up del Gruppo San Donato o presso le farmacie e i corner della grande distribuzione.


Per saperne di più:
In collaborazione con
Michela Crippa

Michela Crippa

Giornalista professionista, da oltre dodici anni mi occupo di giornalismo medico-scientifico per le riviste e i siti del Gruppo Sfera (Rizzoli) scrivendo principalmente di salute e alimentazione. Ho lavorato come redattore presso il mensile "Donna e Mamma" e oggi curo la rubrica delle news in primo piano di "Io e il Mio Bambino" e realizzo reportage sulle strutture ospedaliere per la sezione viaggi nei centri di eccellenza. Inoltre lavoro come addetta stampa del portale Dove e Come Mi Curo.
Data di pubblicazione: 30 giugno 2020
Installa subito l'APP di
e resta sempre aggiornato!