Gli errori da non fare dopo lo sport

Gli errori da non fare dopo lo sport
05 aprile 2019

Sport e Fitness

Facciamo sport per tenerci in forma, per dimagrire, o semplicemente per scaricare la tensione. L’effetto è benefico sull’umore e sul fisico. Come far sì che questo effetto duri? 

È importante sapere che durante l’allenamento il nostro corpo di disidrata. Quindi l’idratazione e il reintegro dei sali minerali saranno la priorità, seguiti dal ripristino delle scorte di glicogeno, il rifornimento di proteine utili alla ricostruzione muscolare.
Ma come è possibile fare tutte queste cose? Ecco alcuni consigli pratici che possono aiutarti a non vanificare tuti gli sforzi fatti in palestra:
 
  • Immagine che mostra una ragazza che sta facendo stretchingIl raffreddamento dei muscoli: è di fondamentale importanza non trascurare il raffreddamento dei muscoli, facendo esercizi di stretching alla fine dell’allenamento e dedicando del tempo alla respirazione polmonare. In questo modo si prevengono le contratture e i muscoli si mantengono elastici.

     
  • La doccia: far passare troppo tempo dal termine dell’allenamento alla doccia, porta i batteri a proliferare, soprattutto nel caso in cui non si utilizzino degli indumenti traspiranti. A causa di questa cattiva abitudine, è possibile che si verifichino infezioni alla pelle, specie dove gli abiti sono più aderenti al corpo. Una doccia, subito dopo l’allenamento, è quello che ci vuole per eliminare i batteri e rilassare i muscoli.

     
  • L’idratazione: abbiamo detto che è di fondamentale importanza idratarsi alla fine dell’allenamento, così come anche durante. Ma qual è il modo giusto di reintegrare i liquidi e i sali minerali persi?
    Se l’attività fisica non è stata particolarmente intensa, come un allenamento in palestra, è sufficiente bere dell’acqua; se si vuole, si può bere anche una spremuta d’arancia che stimola la crescita muscolare, o del the verde ricco di anti ossidanti.
    Immagine che mostra tre bicchieri pieni di succhi di frutta coloratiAnche i centrifugati, in genere, sono un’ottima scelta per rinfrescarsi e rigenerare i sali minerali; l’unico accorgimento che si deve avere è quello di bilanciare la quantità di proteine e carboidrati presenti, per non eccedere da una parte o dall’altra portando a scompensi. Evitare assolutamente le bevande zuccherate.
    Per chi invece ha effettuato un’attività intensa, anche all’aperto, si consiglia di non bere solo acqua, ma una bevanda che contenga sali minerali.
    I beveroni e le barrette energetiche? Sono caldamente sconsigliate, in quanto l’apporto calorico risulterebbe maggiore rispetto a quello bruciato durante l’attività: questi alimenti infatti sono adatti ad atleti agonistici, o a coloro che si allenano per molte ore con un dispendio calorico inteso.
     
  • No agli alcolici: l’alcool è da evitare, soprattutto dopo! Infatti gli alcolici impediscono ai muscoli di sintetizzare le proteine indispensabili per la rigenerazione delle fibre muscolari. Inoltre l’alcool fa lavorare di più il fegato, già impegnato a smaltire i cataboliti dell’esercizio fisico.
    È permessa un’eccezione: un bicchiere di vino o birra, ma saltuariamente.

     
  • Il pasto: è importante mangiare dopo l’attività. Non farlo sarebbe un grave errore, che porterebbe a un eccesso del senso di fame e quindi ad abbuffarsi. Per questo motivo si consiglia di preparare lo spuntino o il pasto prima di effettuare l’attività. Inoltre, non bisogna far passare troppo tempo tra la fine dell’attività e il pasto.
    Bisogna tenere a mente poi che non è vero che si può mangiare tutto per ché tanto tutto viene bruciato, perché questo non è sempre vero! Si deve consumare in base alle energie spese.

     
  • Immagine che mostra degli alimenti ricchi di proteine, tipici della vita di uno sportivoCosa mangiare: dopo l’attività fisica si consiglia di mangiare soprattutto frutta e verdura ricca di vitamine, fibre e sali minerali come: banane, mele, fragole, ananas, spinaci, barbabietola, noci.
    Sono da preferire degli alimenti facilmente digeribili, e utili a integrare le energie perse, come uova, ceci, robiola, bresaola, pesce azzurro, quinoa e pane integrale con miele.
    L’aumento delle proteine non deve essere eccessivo, specie se non si fanno degli sport di potenza, come può essere il sollevamento pesi. Bisogna cercare di mantenere uno stile alimentare il più possibile equilibrato, cercando non variare il consumo di carboidrati, specie se arrivano da frutta e verdura e cereali. L’ideale sarebbe consumare circa 60 grammi di carboidrati (circa 150 grammi di pane integrale o 80 grammi di pasta integrale) nei 60 minuti successivi alla fine dell’attività fisica.
In collaborazione con
Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo dispone, al suo interno, di un team di lavoro poliedrico e multifunzionale composto da professionisti con diversi background.
Dalla componente scientifica a quella giornalistica ed editoriale, le figure professionali che operano in Dove e Come Mi Curo ogni giorno pianificano e arricchiscono la sezione Notizie del portale.
Dalle Curiosità a L’Appuntamento Con passando per gli Approfondimenti Scientifici, ogni contenuto è meticolosamente pensato, creato e divulgato dalla redazione per il suo pubblico, con l'obiettivo di rendere facilmente comprensibili e utili contenuti scientifici e tecnici in ambito medico-scientifico e di approfondire le ultime novità del settore.
Oltre ai canali social (di seguito segnalati) ci potete trovare anche su Facebook.