Gengive sanguinanti e malattia parodontale: come prevenire

Gengive sanguinanti e malattia parodontale: come prevenire
08 aprile 2017

Ricerca e Prevenzione

Gengivite, periodonite, parodontite. Sono tutti stadi diversi della malattia paradontale, che raggruppa quelle patologie infiammatorie che colpiscono il sostegno del dente, ovvero le gengive e le zone sottostanti.

Di solito questa malattia ha un’origine batterica, ovvero è scatenata da quei batteri presenti nella placca dei denti. Quando questi diventano troppi, o perché le difese dell’organismo si abbassano o perché si altera l’equilibrio della bocca, ecco che inizia un’infezione. Se quest’infezione si limita alla sola zona superficiale, la gengiva, si parla di gengivite. Se però l’infezione viene trascurata si può estendere anche ai tessuti parodontali, cioè quelli su cui il dente si ancora, con conseguenti complicazioni che possono portare alla parodontite, fino alla perdita del dente.

Dei ricercatori dell’Università di Pisa hanno recentemente vinto l’HM Goldman Prize 2017 per un’interessantissima scoperta nella prevenzione della malattia parodontale: 2 kiwi al giorno ne impediscono lo sviluppo, riducendo il sanguinamento gengivale.
In particolare i kiwi hanno aiutato a ridurre l’infiammazione e il distacco di gengive e denti.

Va ricordato però che il lavoro dell’odontoiatra non è messo in discussione. Il suo lavoro è comunque necessario per guarire dalla malattia (Vedi le strutture che eseguono chirurgia parodontale).
In collaborazione con
Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo dispone, al suo interno, di un team di lavoro poliedrico e multifunzionale composto da professionisti con diversi background.
Dalla componente scientifica a quella giornalistica ed editoriale, le figure professionali che operano in Dove e Come Mi Curo ogni giorno pianificano e arricchiscono la sezione Notizie del portale.
Dalle Curiosità a L’Appuntamento Con passando per gli Approfondimenti Scientifici, ogni contenuto è meticolosamente pensato, creato e divulgato dalla redazione per il suo pubblico, con l'obiettivo di rendere facilmente comprensibili e utili contenuti scientifici e tecnici in ambito medico-scientifico e di approfondire le ultime novità del settore.
Oltre ai canali social (di seguito segnalati) ci potete trovare anche su Facebook.