G7 Salute a Milano: come cambierà la nostra vita?

G7 Salute a Milano: come cambierà la nostra vita?
11 dicembre 2017

Ricerca e Prevenzione

G7 salute: cosa cambia

L'impatto dei cambiamenti climatici, il benessere di donne e fanciulli, la farmacoresistenza sono alcuni tra i temi trattati nel G7 salute tenutosi dal 4 al 6 novembre 2017 a Milano, con la partecipazione dei ministri di Italia, Usa, Canada, Regno Unito, Francia, Giappone e Germania e dei rappresentanti di Fao, Oms, Oie, Ocse ed Ofse. Le nove pagine del documento riassumono 2 giorni di lavoro sulle problematiche che affliggono il pianeta. I dati parlano chiaro: 250 mila morti in più all'anno legate ai cambiamenti climatici; 7 milioni di decessi annuali a causa dell'inquinamento atmosferico. Le alterazioni climatiche minacciano gravemente la salute dell'uomo. Da questa realtà sempre più preoccupante ne scaturisce l'esigenza di lavorare tutti insieme per preservare la vita dell'uomo, degli animali e dell'ambiente e salvaguardare così la Terra e le sue forme di vita.
 

Gli Usa e l'Accordo di Parigi al G7 salute

L'impatto dei cambiamenti climatici e dell'inquinamento atmosferico sulla salute ed il benessere dell'umanità e degli animali ha messo d'accordo quasi tutte le più grandi potenze mondiali. Tuttavia, il comunicato congiunto evidenzia una diversa posizione degli Stati Uniti d'America nei confronti dell'Accordo di Parigi. Mentre le altre nazioni hanno confermato l'impegno a mettere in pratica il più velocemente possibile quanto dichiarato nel Summit G7 di Taormina, gli Usa intendono ritirarsi dall'accordo a meno che non cambino i termini di rinegoziazione. Si ricorda che l'Accordo di Parigi (tenutosi nel dicembre del 2015) stabilisce un piano d'azione mondiale per ridurre i cambiamenti climatici, limitando il riscaldamento globale. A tal proposito, è importante diminuire ed affrontare adeguatamente le emissioni di anidride carbonica.
 

G7 salute e lo stile di vita

Il secondo tema affrontato nel G7 salute riguarda la mortalità dovuta ad uno stile di vita non regolare e non propriamente salutare. Per cui cambia l'approccio nei confronti del benessere e ci si concentra maggiormente sui controllo di fattori come il tabagismo, l'alcolismo e la malnutrizione. Il raggiungimento dell'obiettivo richiede l'impegno di tutti, delle comunità, delle regioni, dei governi internazionali e nazionali. Deve cambiare il modo di nutrirsi, promuovendo scelte più sane, attraverso la pubblicità ed una corretta informazione. Impossibile rimanere in silenzio davanti agli innumerevoli decessi materni e neonatali, spesso causati dai collassi sanitari e dalle cattive condizioni igieniche. Molte morti, come dichiarato dal direttore dell'Oms, potevano essere prevenibili. Nel G7 salute si è ampiamente discusso dell'importanza di sistemi sanitari solidi per una copertura sanitaria universale o UHC. Su questa base, cambia l'approccio sui collassi durante le emergenze e le crisi sanitarie. Vanno evitate le disuguaglianze non solo di razza ma anche economiche. La gente povera merita cure adeguate ed efficienti. L'argomento verrà comunque affrontato ulteriormente nel Summit del 12 e del 13 dicembre nella capitale giapponese. Si è ampiamente discusso anche della salute delle donne migranti e dei loro figli, spesso oggetto di violenze durante il viaggio verso l'Italia ed i Paesi europei. La Germania, in particolare, ha sottolineato che il 50% di queste donne riporta dei danni di salute mentale. Il problema non si estende solo alle migranti ma a tutte le adolescenti o adulte vittime di violenza o sfruttamento. Per debellare definitivamente il problema non basta solo discuterne, ma come suggerisce il ministro canadese bisogna eliminare le disuguaglianze e raggiungere la parità dei sessi, che ancora oggi crea profondi divari tra uomini e donne anche al livello economico. Va rivalutata la figura femminile riconoscendone il valore e l'importanza in ambito sociale e familiare.
 

G7 salute ed i prezzi dei farmaci

Al G7 salute sono stati trattati argomenti di un certo spessore riguardanti diversi campi ma tutti strettamente connessi con la salute. Sul tavolo erano presenti i rappresentanti della sanità umana ma anche animale. Per cui sono stati sollevati problemi come la mancanza d'acqua e le capacità nutrizionali. Ma tra gli argomenti caldi non poteva mancare quello inerente ai farmaci ed al prezzo spesso proibitivo di importanti terapie antitumorali. Nonostante i piccoli aiuti statali (ove esistenti), molti pazienti non riescono ad affrontare le ingenti spese. La coalizione GCAP Italia ha commentato l'argomento insistendo sul fatto che la copertura sanitaria universale richiede un lavoro serio, soprattutto un grande impegno politico per ridurre i prezzi dei farmaci ma anche delle tecniche diagnostiche. Si è parlato degli antibiotici-resistenza e dei vaccini sottolineando l'importanza di continuare a sovvenzionare la ricerca per salvare sempre più vite umane.
 

G7 salute: il diverso modo di approcciarsi alla vita

Con il G7 salute cambia il modo di approcciarsi alla vita. I fenomeni atmosferici anomali come ondate di calore, alluvioni, siccità, l'aumento della temperatura rappresentano una minaccia concreta per il pianeta ma anche per la salute degli animali e dell'umanità. Il lavoro agricolo ne subisce pesanti conseguenze con una riduzione del 5,3% della produttività rispetto agli anni passati. Gli insetti costituiscono dei vettori di gravi malattie infettive. Insomma, dall'incontro ne sono scaturiti degli importanti impegni per il cambiamento: tutelare le fonti d'acqua ancora disponibili; individuare nuovi vaccini e farmaci per la prevenzione delle malattie; rivalutare la figura della donna all'interno del nucleo familiare ed investire sull'istruzione degli adolescenti per migliorarne le naturali capacità ed abilità.
In collaborazione con
Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo dispone, al suo interno, di un team di lavoro poliedrico e multifunzionale composto da professionisti con diversi background.
Dalla componente scientifica a quella giornalistica ed editoriale, le figure professionali che operano in Dove e Come Mi Curo ogni giorno pianificano e arricchiscono la sezione Notizie del portale.
Dalle Curiosità a L’Appuntamento Con passando per gli Approfondimenti Scientifici, ogni contenuto è meticolosamente pensato, creato e divulgato dalla redazione per il suo pubblico, con l'obiettivo di rendere facilmente comprensibili e utili contenuti scientifici e tecnici in ambito medico-scientifico e di approfondire le ultime novità del settore.
Oltre ai canali social (di seguito segnalati) ci potete trovare anche su Facebook.