Frattura del femore: cosa c’è da sapere

Frattura del femore: cosa c’è da sapere
24 marzo 2017

Ricerca e Prevenzione

Il femore è un osso lungo che costituisce da solo lo scheletro della coscia e collega il bacino al ginocchio. L’estremità che si inserisce nell’anca è come un pomello di una porta formato da una parte tondeggiante (testa del femore) ed un tratto più sottile (collo).

Le fratture del collo del femore sono causate, nella maggioranza dei casi, dall’indebolimento dell’osso.
Generalmente, queste fratture sono dovute a cadute accidentali, soprattutto in donne anziane già affette da altre patologie, come l’osteoporosi, ma possono capitare anche in giovani che subiscono urti o traumi violenti.

In Italia, ogni anno, circa 80.000 ultra 65enni subiscono la frattura del femore, che in 1 caso su 2 li rende non autosufficienti, ossia non in grado di provvedere a se stessi.

Il trattamento delle fratture del collo del femore è di tipo chirurgico e prevede l’utilizzo di viti o la sostituzione dell’osso con una protesi.
Il Ministero della Salute indica che un intervento per frattura del collo del femore deve essere fatto entro 48 ore dalla rottura dell’osso. Più lunga è l'attesa prima di un intervento, minore è la sicurezza e l’appropriatezza dell’intervento, e maggiore è il rischio di morte o di disabilità. In Italia le strutture più sicure per questo tipo di intervento sono l’Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, la Fondazione Policlinico Tor Vergata di Roma, l’Ospedale Immacolata Concezione di Piove di Sacco (PD)

Un altro elemento da verificare è quanti pazienti vengono trattati in un anno in una struttura ospedaliera, per questo tipo di problema. Il numero di interventi chirurgici indica il grado di esperienza in questa problematica, anche se non è un parametro di valutazione sull’esito delle cure prestate.
In collaborazione con
Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo dispone, al suo interno, di un team di lavoro poliedrico e multifunzionale composto da professionisti con diversi background.
Dalla componente scientifica a quella giornalistica ed editoriale, le figure professionali che operano in Dove e Come Mi Curo ogni giorno pianificano e arricchiscono la sezione Notizie del portale.
Dalle Curiosità a L’Appuntamento Con passando per gli Approfondimenti Scientifici, ogni contenuto è meticolosamente pensato, creato e divulgato dalla redazione per il suo pubblico, con l'obiettivo di rendere facilmente comprensibili e utili contenuti scientifici e tecnici in ambito medico-scientifico e di approfondire le ultime novità del settore.
Oltre ai canali social (di seguito segnalati) ci potete trovare anche su Facebook.