NOTIZIE

Le ultime News e Approfondimenti dedicati al mondo della Salute e Sanità.

Dolori durante il ciclo

Dolori durante il ciclo
08 novembre 2016

Benessere

I vari sintomi e i possibili rimedi alla dismenorrea


Dismenorrea ovvero un ciclo mestruale molto doloroso. Può essere primaria o secondaria. Quindici donne su cento ne soffrono in forma moderata-severa. Un lieve dolore durante il ciclo è comunque normale perché entra sempre in gioco la stimolazione della muscolatura uterina, con contrazioni spastiche. Non si sa, al momento, che cosa causi la dismenorrea, di certo non si associa ad alcuna patologia della regione pelvica.

Nella forma primaria il dolore sembra legato a una sovrapproduzione di prostaglandine. Riguarda in particolare le adolescenti e spesso si accompagna a mestruazioni abbondanti. Altre possibili cause di dismenorrea secondaria sono l’endometriosi, l’adenomiosi e i fibromi uterini. Il dolore mestruale talvolta si associa a stitichezza cronica o alla sindrome del colon irritabile.

La dismenorrea causa dolori simili ai crampi, con fitte più intense. Coinvolge la parte bassa dell’addome, sino al pavimento pelvico. Genera sintomi aggiuntivi, l’urgenza a urinare e dolore nella zona lombare. A volte intervengono mal di testa, dolore durante e/o dopo i rapporti sessuali, fibromialgia. I dolori possono esordire un paio di giorni prima delle mestruazioni e continuare fino al quarto, quinto giorno del ciclo. La dismenorrea si accerta con una visita ginecologica accurata, seguita da un’ecografia transvaginale o addominale per escludere fibromi o polipi.

Per contrastare la dismenorrea si possono usare farmaci antinfiammatori non steroidei a basso dosaggio, da assumere per 3-4 giorni durante il ciclo. Anche la pillola estroprogestinica classica, a basso dosaggio, è utile soprattutto se si sospetta l’endometriosi o l’adenomiosi; la pillola estroprogestinica estesa, che limita le mestruazioni a 3-4 volte in un anno, è adatta a chi ha dolore e ciclo abbondante); la pillola solo progestinica, che riduce il flusso mestruale fino a farlo scomparire, si usa in particolar modo quando c’è una diagnosi di adenomiosi o endometriosi.

Per alleviare il dolore è utile il magnesio che riduce gli spasmi, ma anche l’integrazione con acido folico e ferro, per correggere un’eventuale anemia.