Dolore alla schiena: acuto, subacuto e cronico. Come trattarlo

Dolore alla schiena: acuto, subacuto e cronico. Come trattarlo
23 aprile 2017

Benessere

Arrivano dall’America le nuove linee guida nel trattamento del dolore alla schiena, pubblicate dall’American College of Physicians sugli Annal of Internal Medicine.

Le raccomandazioni dividono il mal di schiena in 3 gruppi:
  • Acuto, cioè che dura da meno di 4 settimane
  • Subacuto, tra le 4 e le 12 settimane
  • Cronico, se dura da più di 3 mesi.
Ecco dunque come trattare i diversi mal di schiena:
  • Acuto: di solito si risolve da solo. Bisogna dunque preferire trattamenti non farmacologici come calore superficiale, massaggi, manipolazioni. Si può inoltre ricorrere a farmaci antiinfiammatori non steroidei. Altro farmaco cui ricorrere nel caso il dolore sia dovuto a una contrattura muscolare sono i miorilassanti.
  • Cronico: bisognerebbe iniziare con trattamenti non farmacologici con esercizi e riabilitazione multidisciplinare, per correggere le cattive abitudini e migliorare la mobilità, e ricorrere a trattamenti che riducano lo stress, come tai chi, yoga, esercizi di rilassamento muscolare. Si possono poi provare le terapie laser e le manipolazioni spinali, il biofeedback elettromiografico e la terapia cognitivo-comportamentale.
  • Subacuto: è una fase di transizione tra l’acuto e il cronico. Sì dunque a continuare con le terapie dell’acuto e nel frattempo iniziare a provare qualche terapia non farmacologica efficace per il cronico.