I disagi prodotti dal computer

I disagi prodotti dal computer
02 agosto 2016

Benessere

Sono moltissime le ore che trascorriamo davanti a un PC o a un tablet. Chi per lavoro, chi per passatempo o gioco, quasi nessuno va esente dai disagi che i computer procurano agli occhi, costretti a un adattamento, a una ginnastica cui non possono abituarsi. Sono sempre di più le persone che lamentano la sindrome da computer, i cui sintomi sono diversi ma tutti fastidiosi: secondo gli esperti il 70 - 90% di coloro che sostano a lungo davanti agli schermi accusa almeno uno dei disagi più frequenti: rossore, bruciore oculare, difficoltà nella messa a fuoco, secchezza oculare e nei casi più gravi lo sdoppiamento della visione. Le cause sono numerose, come ad esempio la diminuzione degli ammiccamenti, che non consente un’adeguata idratazione dell’occhio, o lo sforzo per mettere a fuoco. Le lettere dello schermo sono infatti meno definite di quelle stampate perché costituite da pixel, e questo comporta uno affaticamento maggiore dell’occhio.

Vediamo ora alcuni accorgimenti per alleviare i nostri occhi, evitando una serie di disturbi alla visione:
  • Utilizzare schermi grandi e ad alta risoluzione, con un buon contrasto tra le parole e lo sfondo
  • Regolare la luminosità dello schermo in modo tale che sia leggermente più chiara di quella dell’ambiente circostante Tenere lo schermo pulito
  • Utilizzare caratteri idonei alla propria visione
  • Distogliere lo sguardo dal PC facendo pause regolari
  • Mantenere un’adeguata distanza dallo schermo, 50 – 70 cm
La prima raccomandazione resta comunque quella di effettuare una visita oculistica all’anno, per intervenire al più presto nel caso si verifichino disturbi legati alla visione e correggerli nel modo più opportuno.