Curiosità

In questa sezione potrai consultare le curiosità riguardanti il mondo della salute e della sanità. Un’informazione semplice e alla portata di tutti per informarsi velocemente e rapidamente sulle ultime novità, innovazioni e tanto altro per restare sempre aggiornati.

Detersivi monodose: cosa fare in caso di incidente

Detersivi monodose: cosa fare in caso di incidente
25 febbraio 2017

Mamma e Bambino

Nell'agosto 2010, i detersivi monodose hanno fatto la loro comparsa nelle case degli italiani. Da allora gli incidenti domestici hanno subito un'esplosione di casi, soprattutto quando di mezzo c'erano bambini sotto i 5 anni.

Dal 2010 al 2016 sono state 2.203 le segnalazioni cliniche relative a incidenti con questi detersivi, di cui il 90% con bambini sotto i 5 anni. Franca Davanzo, del Centro Antiveleni di Milano, racconta di come lo scambio di informazioni con il Ministero della Salute e le aziende siano servite per correre ai ripari, almeno in Italia. Le indicazioni sono state precise: "rendere opachi i contenitori esterni e rafforzarne il sistema di chiusura. Sono stati anche modificati i colori delle capsule: blu, verdino, lilla sbiadito, bianco, nero, azzurro e viola scuro, tonalità meno attrattive per i bambini. Questi accorgimenti hanno fatto crollare gli incidenti: nel 2016 sono arrivate 167 segnalazioni relative alle capsule, contro le 156 relative agli altri detersivi per lavatrice. Purtroppo ci risulta che in altri Paesi Europei siano ancora in vendita prodotti non “a prova di bambino”.

Ma cosa succede quando si viene a contatto con queste sostanze? Il prodotto è molto concentrato, e richiama tutta l'acqua dei tessuti con cui viene in contatto, lasciandoli disidratati, come ustionati. Il danno è però reversibile, e in genere si risolve in 24-48 ore. Se viene ingerito invece i rischi sono maggiori, in quanto il prodotto irrita le mucose e induce il vomito. Se un rigurgito finisce nei polmoni, può causare una polmonite. Il peggio capita quando il contatto si ha con gli occhi, dove può provocare congiuntiviti e in casi gravi lesioni di cornea.

Cosa fare allora in caso di incidente? Ce lo spiega Paolo Nucci, direttore della clinica oculistica dell'Ospedale San Giuseppe di Milano: "bisogna lavare la parte interessata sotto un filo d'acqua possibilmente tiepida, per una decina di minuti. Se si tratta degli occhi, anche sotto le palpebre. Dopo il lavaggio, la cosa giusta è andare in Pronto Soccorso, perché in ospedale vengono applicati sulla parte interessata prodotti specifici che bloccano immediatamente l'attività dei detergenti".