Caldo umido, come contrastarlo

Caldo umido, come contrastarlo
03 agosto 2016

Benessere

Per il gran caldo e l’afa che tormenta tutti, soprattutto in città, il ministero della Salute ha predisposto una serie di consigli che qui riassumiamo:
  • sia in casa che all'aperto, indossare abiti leggeri, non aderenti, preferibilmente di fibre naturali per assorbire meglio il sudore e permettere la traspirazione
  • evitare di uscire nelle ore più calde, dalle ore 11 alle 18, avendo cura di proteggere la testa con un cappello di colore chiaro e muniti di occhiali da sole
  • preservare la pelle da eritemi e scottature con creme solari ad alto fattore protettivo
  • termoregolare la casa e l'ambiente domestico e di lavoro; chiudere le finestre durante il giorno e aprirle la sera e la notte; schermare le finestre esposte al sole utilizzando tapparelle, persiane, tende
  • se dotati di condizionamento d’aria regolare la temperatura tra i 24°C - 26°C; coprendosi quando si passa da un ambiente caldo a uno più freddo; provvedere alla manutenzione e alla pulizia regolare dei filtri; evitare l'uso contemporaneo di elettrodomestici che producono calore e consumo di energia
  • per ridurre la temperatura corporea bagnarsi viso e braccia con acqua fresca e in casi di calura elevata porre un panno bagnato sulla nuca. Favorire bagni o docce con acqua tiepida
  • nelle ore più calde della giornata evitare di praticare all’aria aperta attività fisica intensa o lavori pesanti
  • bere almeno 2 litri di acqua al giorno, salvo diversa indicazione del medico curante. Ricordare agli anziani di bere anche se non ne avvertono il bisogno
  • bandire gli alcolici e limitare le bevande gassate o troppo fredde
  • mangiare preferibilmente cibi leggeri e con alto contenuto di acqua (frutta e verdura)
  • conservare bene gli alimenti evitando di lasciarli all'aperto per più di 2 ore
All’arrivo del gran caldo le persone anziane, con patologie croniche (cardiovascolari, respiratorie, neurologiche, diabete ecc) e le persone che assumono farmaci, devono osservare queste precauzioni:
  • consultare il medico per un eventuale aggiustamento della terapia o della frequenza dei controlli clinici e di laboratorio (ad esempio per i diabetici è consigliabile aumentare la frequenza dei controlli glicemici)
  • segnalare al medico qualsiasi malessere, anche lieve, che sopraggiunga durante la terapia farmacolgica non sospendere mai di propria iniziativa la terapia in corso.
Nei periodi prolungati di caldo intenso, prestare attenzione a familiari o vicini di casa anziani, specialmente se vivono da soli e, ove possibile, aiutarli a svolgere alcune piccole faccende, come fare la spesa, ritirare i farmaci in farmacia, ecc. Segnalare ai servizi socio-sanitari eventuali situazioni che necessitano di un intervento, come persone che vivono in situazioni di grave indigenza o di pericolo per la salute come, ad esempio, i senza tetto in condizioni di grave bisogno.
In collaborazione con
Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo dispone, al suo interno, di un team di lavoro poliedrico e multifunzionale composto da professionisti con diversi background.
Dalla componente scientifica a quella giornalistica ed editoriale, le figure professionali che operano in Dove e Come Mi Curo ogni giorno pianificano e arricchiscono la sezione Notizie del portale.
Dalle Curiosità a L’Appuntamento Con passando per gli Approfondimenti Scientifici, ogni contenuto è meticolosamente pensato, creato e divulgato dalla redazione per il suo pubblico, con l'obiettivo di rendere facilmente comprensibili e utili contenuti scientifici e tecnici in ambito medico-scientifico e di approfondire le ultime novità del settore.
Oltre ai canali social (di seguito segnalati) ci potete trovare anche su Facebook.