Caldo o freddo, quando sono utili

Caldo o freddo, quando sono utili
02 febbraio 2017

Benessere

Sono analgesici naturali, ma vanno correttamente adottati contro mal di schiena, strappi e storte


Caldo o freddo: quando si impiega l’uno o l’altro per attenuare il dolore, i gonfiori o le contratture? La risposta è abbastanza semplice: il caldo si associa a vasodilatazione, il tessuto che riceve il calore chiama a raccolta il sangue, quindi ossigeno e nutrienti, e questo comporta una riduzione della contrazione. Il muscolo ne beneficia, si rilassa e il dolore si riduce. Lo stesso effetto si produce in caso di dolore articolare. Il freddo, al contrario, è un vasocostrittore e provoca una riduzione del microcircolo sanguigno e produce effetti antidolorifici. Ad esempio in caso di ustione di primo grado la parte va posta sotto un flusso di acqua fredda, fatto che riduce in maniera significativa il dolore, protegge la pelle e ostacola i danni all’epidermide provocati dalla scottatura. Non a caso il freddo si usa spesso nella terapia di primo soccorso: in caso di strappo muscolare e soprattutto per una distorsione alla caviglia, ma il ghiaccio dev’essere applicato tempestivamente.

Questo in generale. Vediamo ora altri casi: per un ascesso a un dente meglio il freddo; i crampi addominali in seguito al ciclo mestruale possono essere ridotti dal caldo, dopo un trauma da caduta è meglio il freddo, ma i crampi e le contratture muscolari possono essere trattate anche con il caldo. Cervicale e mal di testa da contrazione sono agevolati dal caldo, ma è sufficiente una sciarpa o i cuscinetti termici.

Quanto al mal di schiena si procede caso per caso: se associato a dolori muscolari, traumi, contrazioni, strappi e stiramenti, il freddo è utile in fase acuta (basta una semplice borsa del ghiaccio). Quando il mal di schiena dipende dallo spostamento di una struttura portante della colonna vertebrale si suggerisce il caldo, con termofori, dispositivi elettromedicali che emettono calore, ma soprattutto con i bagni termali in acque calde.
In collaborazione con
Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo dispone, al suo interno, di un team di lavoro poliedrico e multifunzionale composto da professionisti con diversi background.
Dalla componente scientifica a quella giornalistica ed editoriale, le figure professionali che operano in Dove e Come Mi Curo ogni giorno pianificano e arricchiscono la sezione Notizie del portale.
Dalle Curiosità a L’Appuntamento Con passando per gli Approfondimenti Scientifici, ogni contenuto è meticolosamente pensato, creato e divulgato dalla redazione per il suo pubblico, con l'obiettivo di rendere facilmente comprensibili e utili contenuti scientifici e tecnici in ambito medico-scientifico e di approfondire le ultime novità del settore.
Oltre ai canali social (di seguito segnalati) ci potete trovare anche su Facebook.