Batteri sempre più potenti

Batteri sempre più potenti

Ricerca e Prevenzione

Ultimo aggiornamento: 19 giugno 2016
Sempre più difficili da sconfiggere le infezioni polmonari gravi di origine batterica, perché quasi tutti gli antibiotici in commercio non sono in grado di contrastarle. Sono in aumento infatti i germi, i microrganismi resistenti a qualsiasi trattamento antibiotico. L’allarmante dato è emerso nel recentissimo Workshop Pneumologico del Centro Italia, andato in scena a Roma. Come ha sottolineato il professor Stefano Carlone, Direttore dell'UOC Malattie dell'apparato respiratorio dell'Azienda ospedaliera “San Giovanni Addolorata" di Roma e Presidente del Workshop, «è assolutamente necessario che i medici facciano un uso appropriato e strettamente necessario della terapia antibiotica, anche perché nel breve termine non è prevista l'introduzione di nuovi farmaci, di molecole ad attività antibatterica».

C’è di più, in ambito pneumologico: anche il fumo e lo smog contribuiscono all’aumento delle patologie respiratorie, la maggior parte delle quali si cronicizza. «Negli ultimi 30 anni - ha proseguito Carlone - abbiamo assistito a un forte incremento delle patologie polmonari croniche ostruttive (enfisema e/o bronchite cronica, prevalenza del 10-15% in rapporto all'età; ndr) e dei tumori del polmone. Entrambe le patologie hanno come fattori di rischio principali il fumo e l’inquinamento atmosferico, fattori da sempre difficili da combattere, sia a livello personale che sociale».
In collaborazione con
Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo dispone, al suo interno, di un team di lavoro poliedrico e multifunzionale composto da professionisti con diversi background.
Dalla componente scientifica a quella giornalistica ed editoriale, le figure professionali che operano in Dove e Come Mi Curo ogni giorno pianificano e arricchiscono la sezione Notizie del portale. Dalle Curiosità a L’Appuntamento Con passando per gli Approfondimenti Scientifici, ogni contenuto è meticolosamente pensato, creato e divulgato dalla redazione per il suo pubblico, con l'obiettivo di rendere facilmente comprensibili e utili contenuti scientifici e tecnici in ambito medico-scientifico e di approfondire le ultime novità del settore. Oltre ai canali social (di seguito segnalati) ci potete trovare anche su Facebook.
Data di pubblicazione: 19 giugno 2016