Baci e abbracci come terapia

Baci e abbracci come terapia
06 agosto 2016

Benessere

Uno studio pubblicato sulla rivista Current Pharmaceutical Design certifica le capacità terapeutiche del bacio come antidolorifico e antistress. Nel tempo di un bacio si scambiano 80 milioni di batteri, anche nocivi se chi bacia ha una malattia in corso. Tra questi lo streptococco o l’Epstein-Barr, il virus responsabile della famigerata mononucleosi, ma lo scambio di batteri può essere tendenzialmente favorevole. La saliva ospita anche la nostra riserva interna di batteri buoni per cui lo scambio che avviene quando ci si bacia stimola il sistema immunitario, fa aumentare gli anticorpi. C’è di più: il bacio è una specie di regolatore endocrino. Baciare il partner, ma anche i figli o un animale cui siamo affezionati stimola un mix di ormoni tutti favorevoli: dopamina, endorfine, serotonina.

Non tutti i baci sono uguali, ma gli effetti che si producono sotto il profilo psicologico sono molto simili: quello di due amanti è molto diverso da quello dato a un figlio ma entrambi sono espressione di un contatto intimo e ravvicinato, così come i bacetti che ci diamo salutandoci sono una manifestazione di affetto e attenzione nei confronti dell’altro. La sensazione di benessere che producono è figlia di ricordi primordiali, la zona della bocca sviluppa per prima i recettori del piacere. Lo testimonia il neonato che si attacca al seno materno per ricevere un nutrimento fisico e affettivo.Il bacio che una mamma dà al bambino quando si fa male è compensatorio del dolore intenso avvertito dal piccolo, attesta che la mamma è presente anche per i suoi bisogni emotivi. Il bacio e l’abbraccio che ci accompagna quando subiamo un lutto e ci fanno le condoglianze, è un potente antidoto contro la depressione. Sono inoltre particolarmente benefici per gli anziani che dal bacio e l’abbraccio di un figlio o di un nipote ricavano una forte rassicurazione affettiva.

Anche le leccate, i baci dei nostri amici a quattro zampe sembrano avere effetti terapeutici. Uno studio dell'Università dell'Arizona valuta l’affettuosità dei cani un toccasana per le difese immunitarie perché i batteri presenti nel loro intestino avrebbero l'effetto di probiotici sul nostro organismo.
In collaborazione con
Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo dispone, al suo interno, di un team di lavoro poliedrico e multifunzionale composto da professionisti con diversi background.
Dalla componente scientifica a quella giornalistica ed editoriale, le figure professionali che operano in Dove e Come Mi Curo ogni giorno pianificano e arricchiscono la sezione Notizie del portale.
Dalle Curiosità a L’Appuntamento Con passando per gli Approfondimenti Scientifici, ogni contenuto è meticolosamente pensato, creato e divulgato dalla redazione per il suo pubblico, con l'obiettivo di rendere facilmente comprensibili e utili contenuti scientifici e tecnici in ambito medico-scientifico e di approfondire le ultime novità del settore.
Oltre ai canali social (di seguito segnalati) ci potete trovare anche su Facebook.