L’amicizia medicina sociale

L’amicizia medicina sociale
14 settembre 2016

Benessere

Lo stare insieme da piccoli, giocando o facendo i compiti, condividendo la merenda, coltivare insomma rapporti di amicizia contribuisce allo sviluppo e all'autostima dei bambini. Il rilievo viene dal professor Paul Schwartz, docente di psicologia ed esperto del comportamento: «L'amicizia contribuisce in modo significativo allo sviluppo delle abilità sociali, agevola la sensibilità dal punto di vista altrui e consente di apprendere le regole della conversazione, oltre a generare comportamenti appropriati per l'età». Oltre a questo «gli amici influiscono sulle prestazioni scolastiche del bambino e possono influire, in positivo e in negativo, sui comportamenti. Rispetto ai bambini che non hanno amici, hanno un'autostima più alta, sono più socievoli e possono gestire meglio stress e fasi di transizione. Soprattutto sono meno vittime di bullismo».

In molte scuole statunitensi il processo di socializzazione comincia con la scuola materna dove sono incentivati i primi legami. Sono a disposizione programmi per favorire incontri e amicizie, formule per aiutare i bimbi a relazionarsi con i coetanei e per farli sentire più a loro agio nel percorso scolastico.

Anche le mamme e i papà sono invitati a favorire le amicizie, quindi a trascorre del tempo con i loro figli che potrebbero avere diversi amichetti ma anche uno solo, quello del cuore. Importante è sostenere i piccoli, rispettando la loro personalità.

In collaborazione con
Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo

Dove e Come Mi Curo dispone, al suo interno, di un team di lavoro poliedrico e multifunzionale composto da professionisti con diversi background.
Dalla componente scientifica a quella giornalistica ed editoriale, le figure professionali che operano in Dove e Come Mi Curo ogni giorno pianificano e arricchiscono la sezione Notizie del portale.
Dalle Curiosità a L’Appuntamento Con passando per gli Approfondimenti Scientifici, ogni contenuto è meticolosamente pensato, creato e divulgato dalla redazione per il suo pubblico, con l'obiettivo di rendere facilmente comprensibili e utili contenuti scientifici e tecnici in ambito medico-scientifico e di approfondire le ultime novità del settore.
Oltre ai canali social (di seguito segnalati) ci potete trovare anche su Facebook.