10 oggetti più sporchi che si trovano sul posto di lavoro

10 oggetti più sporchi che si trovano sul posto di lavoro
30 agosto 2018

Benessere

Passiamo la maggior parte della nostra giornata in ufficio, ma siamo veramente sicuri che gli oggetti che utilizziamo quotidianamente siano davvero puliti? Nonostante vi sia una grande attenzione per l’igiene nei luoghi comuni, è infatti un diritto poter svolgere il proprio lavorare in un luogo salubre. Tuttavia, ci sono alcuni oggetti che, sebbene vengano usati quotidianamente, non vengono quasi mai puliti. Inoltre, bisogna considerare anche il fatto che ci sono oggetti che non sono solo ad uso personale ma che sono a disposizione di tutto l’ufficio.


I dieci oggetti più sporchi in ufficio

Vi sorprenderà quindi scoprire che tra gli oggetti che utilizziamo e tocchiamo quotidianamente ve ne sono alcuni che possono essere considerati dei veri e propri ricettacoli di germi e batteri, utilizzati da tutte le persone con le quali condividiamo i luoghi lavorativi e non solo che non vengono puliti spesso. Quali sono? Vediamoli insieme!


1. Smartphone


È uno degli oggetti che maggiormente viene utilizzato nella nostra quotidianità, e non solo per il lavoro ma anche per uso personale, il cellulare ce lo portiamo proprio ovunque, anche in bagno! Da un recente studio effettuato, si è trovata la presenza anche di stafilococco – una specie di batteri che infesta comunemente i bagni. Sebbene non sia pratica comune quella di pulire lo schermo (con un semplice panno o un batuffolo di cotone) dovrebbe esserlo anche perché è una superficie che viene toccata con le mani, solitamente sporche, ed entra in contatto non solo con il viso ma anche con le labbra.


2. Tablet


Anche questo è uno strumento utilizzato in maniera molto frequente durante una giornata lavorativa. Lo schermo di un tablet a volte può essere talmente pieno di ditate da sentirlo addirittura appiccicoso, ed è questo il momento in cui sorge l’impellente necessità di pulirlo ma non è una pratica abituale. Data la superficie nettamente superiore rispetto a quella di uno smartphone a volte sono presenti delle percentuali molto più alte di batteri (anche trenta volte superiori a quelli presenti su un telefono cellulare);




3. Tastiera


Si potrebbe pensare che la tastiera del computer non è un luogo in cui possano proliferare germi o batteri. La realtà è ben diversa. Le ricerche hanno dimostrato che fa parte dei dieci oggetti più sporchi che possono essere trovati in ufficio. Si trovano spesso nei tasti non solo parti di pelle delle dita, ma anche a volte pezzi di cibo, se si ha l'abitudine di consumare il proprio pasto davanti al computer. È possibile trovare non solo stafilococchi ma anche Escherichia coli. Pulirla almeno una volta a settimana può essere utile: passare un pennello tra i tasti o capovolgerla per eliminare parte dei germi presenti potrebbe migliorare notevolmente la situazione;


4. Mouse


È indispensabile per utilizzare il computer ed è tra gli oggetti più utilizzati in ufficio... ma anche il più difficile da pulire! Che sia piccolo o grande è sempre in contatto con le nostre mani e la sua pulizia non è tra le migliori. Anche se è tra gli strumenti di lavoro maggiormente utilizzati viene poche volte pulito, aumentando la proliferazione giornaliera di batteri e germi sulla sua superficie;
 

 

 

 

5. La cornetta del telefono


Anche se quasi tutti utilizziamo i telefoni personali, quelli presenti in ufficio non sono da meno in quanto a pulizia. La cornetta non solo è in contatto con l'orecchio e la faccia delle persone, ma spesso può anche entrare in contatto con la saliva. Se si aggiunge che viene toccata con le mani che non sempre sono pulite, si evidenzia come il livello di pulizia non sia uno dei migliori;






6. Tasti della fotocopiatrice


Stampanti e fotocopiatrici sono inevitabilmente presenti all'interno di un ufficio e spesso sono condivise da più persone o da tutti i collaboratori. Ogni volta che si utilizzano, i tasti vengono toccati e premuti, spesso anche mangiando qualcosa, oppure bevendo un caffè in velocità. La loro pulizia non viene quasi mai effettuata, ma come i tasti dell'ascensore possono essere un veicolo molto consistente di batteri.
 





7. Sedie


Si potrebbe pensare che una sedia non possa essere veicolo di infezione o batteri e invece dovete ricredervi! Ci si siede e si utilizza in modo quotidiano. Sulla sua superficie spesso si trovano capelli, forfora, pelle, e si trasmettono i batteri che si sono annidati sui vestiti. Poter passare prodotti igienizzanti una volta a settimana potrebbero essere molto utile;

 



8. Scrivania


Una delle superfici più soggette alla presenza di microbi è la scrivania. Si poggiano le mani, oggetti e cibo. La pulizia non avviene in maniera quotidiana e questo implica che come superficie in contatto quotidiano con le nostre mani, diventa un veicolo di batteri e infezioni;








9. Frigorifero


Molti posti di lavoro consentono di portarsi il proprio pranzo da casa e per questo è comune trovare un’area ristorazione con annesso frigorifero: ma chi lo pulisce? La maniglia è un punto critico: viene toccata da tutti per aprire e chiudere lo sportello e, spesso, non viene pulita.


10. Distributori


Alcuni uffici mettono a disposizioni distributori per snack e bibite. I pulsanti, ma anche i punti di raccolta dei prodotti e del resto sono punti nel quale si annidano batteri e germi.