Micosi alle unghie: sintomi, rimedi e prevenzione

Micosi alle unghie: sintomi, rimedi e prevenzione
15 giugno 2018

Benessere

Indice

 

Cos'è la micosi alle unghie?

La micosi delle unghie è una patologia derivante da un fungo altamente contagioso che può essere trasmesso anche col semplice contatto tra la mano di una persona sana e una colpita dalla micosi.

I funghi responsabili vivono e proliferano abitualmente in ambienti umidi e caldi e il sistema immunitario del nostro corpo è normalmente in grado di respingere le aggressioni dei funghi. Vi devono essere delle condizioni particolarmente favorevoli al fungo affinché possa proliferare nel nostro organismo, come ad esempio la presenza di tagli e abrasioni, anche di piccolissima entità, e un deficit del sistema immunitario.
 
Il fungo tende a colpire l'unghia sia delle mani che dei piedi, seppur siano questi ultimi ad essere maggiormente attaccati da parte dello stesso fungo, e ciò avviene per diverse motivazioni: l’ambiente dei piedi è particolarmente favorevole per la proliferazione (scuro e umido) inoltre la circolazione dei piedi è nettamente inferiore rispetto a quella delle mani e per questa ragione la risposta del sistema immunitario tende ad essere lenta e meno efficace.
 
L’unghia colpita dall’infezioni diventa sempre più debole e fragile e, nei casi più gravi, può portare alla perdita della stessa, che avviene in un lasso di tempo più o meno lungo. La patologia conosciuta col nome di micosi dell'unghia, oltre essere altamente contagiosa, potrebbe essere recidiva, ovvero questa potrebbe ripresentarsi se non viene curata adeguatamente e correttamente.
 
Seppur si tratti di un disturbo abbastanza diffuso, generalmente questa non comporta delle gravi complicazioni anche se il ciclo terapeutico richiede costanza nell'applicazione e molto tempo.
 
Solo in casi particolari la micosi dell'unghia potrebbe far scaturire delle complicazioni gravi. Questo accade soprattutto se una persona ha una patologia più grave che colpisce e indebolisce il sistema immunitario, come nel caso del diabete: in questa circostanza la micosi attacca l'unghia con maggior velocità, ma potrebbe anche causare altre patologie che colpiscono gli organi vitali, creando in questo modo delle complicazioni difficili da affrontare.

Nella maggior parte dei casi, però il problema della micosi alle unghie è un problema estetico, che va necessariamente curato e mai trascurato per non arrivare alla perdita delle unghie.
 

I sintomi

Una volta che il fungo ha intaccato l'unghia, la micosi tende a svilupparsi in maniera lenta ma costante. Questo significa semplicemente che, durante il primo periodo, chi viene colpito da questa patologia non si accorge del leggero cambiamento che avviene nelle sue unghie.
 
Col passare del tempo, però, le stesse iniziano ad assumere una colorazione che tende a essere maggiormente scura: questo è il primo sintomo maggiormente visibile che dovrebbe far scattare un campanello d'allarme.


Infatti, l’unghia perde la colorazione naturale e potrebbe lentamente assumere una colorazione:
  • bianca;
  • gialla scura;
  • nera;
  • marrone;
  • verdastra, seppur questo accade in casi molto rari. 
Ovviamente occorre sottolineare come la colorazione non parte dal bianco per poi divenire nera e toccare tutte le altre variazioni. A seconda dell'azione del fungo e della reazione del proprio organismo, l'unghia assumerà una di queste colorazioni in maniera abbastanza lenta.
 
Oltre alla variazione della colorazione, la micosi si presenta anche con un sintomo facilmente visibile, ovvero prima l'unghia diviene maggiormente spessa per poi iniziare a sgretolarsi facilmente ai lati. In molti casi, infatti, il fungo danneggia la struttura dell'unghia, rendendola abbastanza debole e quindi facilmente friabile: questo significa che l'unghia potrebbe danneggiarsi e spezzarsi, lasciando scoperta la parte della mano o piede che deve essere protetta proprio dalla stessa.
 
In alcune occasioni, specialmente quando la micosi arriva a uno stadio molto avanzato, l'unghia tende a essere maggiormente sensibile e quindi a creare quella fastidiosa sensazione di dolore nel piede o nella mano. Infine, durante lo stadio finale, l'unghia potrebbe completamente staccarsi dal dito e questo potrebbe comportare ulteriori infezioni e complicanze di vario genere.
 
Pertanto occorre prestare la massima attenzione a questo genere di problematica abbastanza diffusa: la micosi unghie mani e piedi è quindi molto semplice da individuare quando questa giunge a uno stadio avanzato e prima che questa si stacchi è possibile intervenire in modo tale che la stessa infezione possa essere curata in maniera corretta, prevenendo eventuali complicazioni.

Trattamento

Molto spesso, quando una micosi si presenta nelle mani e nei piedi, il paziente che soffre di tale disturbo si reca in farmacia alla ricerca di un prodotto che possa essere in grado di combatterla e rimuoverla completamente.

Anche il miglior prodotto per micosi unghie potrebbe essere poco efficace se, prima dell'acquisto, non viene effettuata una breve analisi della patologia. Occorre infatti sottolineare come ogni micosi si sviluppi in maniera diversa e per tale motivo è necessario consultare un medico in modo tale da evitare le complicazioni e ricevere la cura più efficace per il proprio caso in modo da combattere e bloccare la propagazione dell’infezione fungina. Pertanto l'utilizzo di lozioni e smalti comprati in farmaia senza la prescrizione medica potrebbe essere poco efficace.
 
Una delle cure più efficaci è la cura locale effettuata con creme contenenti principi attivi antimicotici che agiscono direttamente sul fungo e sulla zona circostante, agevolando successivamente anche la rigenerazione dell'unghia. Oltre a questo tipo di prodotto il medico potrebbe prescrivere una cura per via orale, specialmente quando chi soffre di tale disturbo avverte dolore e allo stesso tempo è affetto da altri disturbi come diabete.
 
Se la micosi di mani e piedi dovesse invece presentarsi in uno stadio avanzato, quindi aver danneggiato anche i tessuti della cute, il medico potrebbe prima suggerire una terapia farmacologica e poi optare per un intervento chirurgico in modo tale che sia possibile rimuovere il fungo e intervenire sull’'unghia per poter evitare completamente complicazioni che potrebbero insorgere.
 
Queste sono quindi le diverse soluzioni che vengono adottate da parte del medico, dopo che viene svolta un'attenta analisi sulle unghie.
 

Rimedi naturali per curare la micosi

Come rimedio naturale efficace per curare la micosi vi è quello del pediluvio con un mix formato da acqua e aceto. Per crearlo occorre riempire una bacinella con acqua tiepida e successivamente versare almeno un bicchiere di aceto. Le due sostanze devono essere amalgamate con cura, creando una soluzione omogenea. Ottenuta tale sostanza i piedi colpiti da micosi devono essere lasciati nella bacinella per circa trenta minuti, in maniera tale che l'aceto possa avere effetto sulle unghie.
 
Un'altra soluzione molto utilizzata e in grado di curare la micosi è rappresentata dall'unione di aglio, limone e chiodi di garofano, che devono essere tritati e mescolati assieme ad acqua tiepida. A questa sostanza deve essere aggiunta anche l'argilla verde, in modo tale da  ottenere un composto abbastanza solido. Una volta ottenuta tale miscela bisogna applicarla sulle unghie colpite dall’infezione e lasciarla agire per circa trenta minuti. Tale rimedio deve essere applicato con costanza, preferibilmente una volta al giorno.  L'insieme di queste sostanze favorisce la rigenerazione dell'unghia e soprattutto la rimozione del fungo.
 
Infine è possibile utilizzare anche l'estratto di pompelmo.  Questa soluzione potrà essere sfruttata in due metodi completamente diversi tra di loro: il primo di questi consiste nell'effettuare degli impacchi sulle unghie mentre, il secondo, è l'assunzione per via orale. In entrambi i casi è possibile notare un costante miglioramento dello stato delle unghie.
 
Tutti questi rimedi devono però essere accompagnati da una cura terapeutica soprattutto nel caso in cui l’infezione si trovi in uno stadio avanzato.
 

Prevenzione

Come per diversi altri tipi di problematiche, anche per la micosi alle unghie è possibile adottare una serie di comportamenti che riescono a prevenire la diffusione e formazione del fungo.
 
In primo luogo è sempre bene curare al massimo la propria igiene: le unghie devono essere corte, ma non eccessivamente, ma specialmente completamente pulite. In questo modo non si rischia di agevolare lo sviluppo dello stesso fungo.

Altro consiglio è quello di cambiarsi le calze almeno due volte al giorno, soprattutto durante il periodo caldo dell'anno. Il sudore è infatti un fattore che permette alla micosi di svilupparsi con maggior facilità: inoltre, occorre togliersi le scarpe da ginnastica dopo aver praticato attività fisica in quanto il fungo si sviluppa con maggior velocità in ambienti umidi, caldi e privi di luce.
 
Durante la pulizia e taglio delle unghie, evitare di strapparsi le pellicine nei pressi dell'unghia: questo in quanto un'eventuale infezione permetterebbe al fungo di attaccare con maggior facilità le unghie stesse, portando quindi una persona a dover sopportare le conseguenze negative che derivano dalla presenza di questo fungo.
 
Quando ci si trova in luoghi pubblici, come le piscine, occorre sempre evitare di camminare scalzi in quanto potrebbero esserci persone che soffrono del disturbo e quindi contagiare le unghie sane. Allo stesso tempo è bene lavarsi sempre le mani, in quanto la micosi unghie mani è contagiosa: non seguire questo piccolo consiglio e dopo aver toccato altre unghie infette potrebbe voler dire permettere al fungo di avere “campo libero”.
 
Inoltre, è sempre bene evitare scambio di indumenti, come calze e scarpe, oppure asciugamani con persone che non si conoscono oppure che soffrono del di questo disturbo, vista appunto la ripidità di contagio della stessa micosi delle unghie di mani e piedi.