10 Gen 2017

Il team DCMC


Le ossa e i denti dipendono dall’apporto di calcio, minerale che previene l’osteoporosi, oltre a regolare la coagulazione del sangue e il battito cardiaco. I nutrizionisti certificano che il fabbisogno giornaliero di calcio per un adulto va dagli 800 milligrammi al grammo, rintracciabile in non pochi alimenti, a partire dal latte. Potete prendere in considerazione il tofu solido della cucina orientale – non altro che il caglio della spremuta delle fave di soia pressato in forme – come valida opzione con i suoi 861 milligrammi di calcio in una sola porzione, senza dimenticare che è ricco di proteine. Mezza tazza di fiocchi di avena equivale a 200 milligrammi di calcio. Se valutate le vitamine del gruppo B e i 4 grammi di fibre, avete nell’avena un alimento di qualità capace di aiutare il metabolismo, muovere l'apparato digerente, abbassare i valori del colesterolo e proteggere anche il cuore. 

In dose più ampia, una tazza e mezza di ceci vale 315 milligrammi di calcio, 30 grammi di fibre e 10 grammi di proteine. Anche il salmone va considerato per l'alta concentrazione di vitamina D, che permette all'organismo di assorbire completamente il calcio: 170 grammi del prodotto fresco garantiscono 340 milligrammi di calcio e 36 grammi di proteine. La versione in scatola ne garantisce 350 milligrammi. Le sardine non sono da meno: 85 grammi valgono 370 milligrammi di calcio, senza dimenticare gli acidi grassi omega 3 e la vitamina D di cui sono ricche. Poco di più, 380 milligrammi di calcio e di proteine, è l’apporto della ricotta, facile da servire con mirtilli, pesche e un cucchiaio di mandorle che fanno pasto completo.

Cavolo e cime di rapa sono apportatori di calcio: due tazze di cavolo forniscono infatti 188 milligrammi del minerale (oltre a 5 grammi di fibre); la stessa porzione di cime di rapa porta con sé 394 milligrammi di calcio e 4 grammi di fibre.

Dopo aver letto questa notizia mi sento...

Condividi