Tumore maligno al colon: mortalità a 30 giorni dall'intervento chirurgico


Descrizione indicatore

L’indicatore ci consente di calcolare il numero di pazienti con tumore del colon morti durante o entro 30 giorni dall’intervento chirurgico, tra tutti i pazienti operati per cancro del colon.

Come si legge

L’indicatore si riferisce al grado di "efficacia" delle cure prestate.
Più è basso il numero di pazienti con tumore maligno del colon deceduti durante l’intervento chirurgico o entro i 30 giorni successivi, più alte sono l'efficacia e la qualità dell’assistenza fornita nella struttura ospedaliera.

Descrizione generale

In Italia, il tumore del colon è il quarto più frequente negli uomini e il terzo più frequente nelle donne.
I principali fattori di rischio sono i fattori genetici (storia familiare), un’alimentazione scorretta e il fumo.
Indispensabile per curare questa malattia è l’intervento chirurgico.
Indispensabile per curare questa malattia è l’intervento chirurgico che può essere eseguito con tecnica classica “a cielo aperto" (con taglio addominale) o mediante la moderna tecnica laparoscopica (attraverso piccole incisioni fatte sull’addome e l’utilizzo di una sonda).

Nota: le stime delle strutture del Molise potrebbero non essere attendibili a causa di variazioni nei codici ministeriali.

Guarda le strutture con il minore numero di pazienti morti nei 30 giorni successivi all'intervento
Vedi anche gli altri indicatori per tumore al colon: Numero di interventi l’anno

Fonte

Programma Nazionale Esiti 2017, indicatore 83.
Confronto tra strutture calcolato su dati 2016.

Fonte Valutazione Istituzionale

Il semaforo è calcolato sulla base dei seguenti documenti ufficiali:
Ministero della Salute. Decreto 21 giugno 2016. Link
Programma Nazionale Esiti. Treemap: definizione e metodi. Edizione 2015. Sviluppato dall’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (Agenas) per conto del Ministero della Salute.