Tumore maligno all'apparato riproduttivo maschile: volume annuale di interventi chirurgici


Descrizione indicatore

L’indicatore ci consente di calcolare il numero di interventi chirurgici per tumori dell’apparato riproduttivo maschile eseguiti in un anno in una struttura ospedaliera (indicatore di "volume").

Come si legge

L’indicatore si riferisce al grado di "competenza" delle cure prestate.
Più alto è il numero d’interventi chirurgici eseguiti per tumori dell’apparato riproduttivo maschile, maggiore è il grado di esperienza della struttura ospedaliera. Non costituisce, pertanto, un parametro di valutazione inerente l'esito delle cure prestate.

Descrizione generale

L’apparato riproduttivo maschile è formato da organi genitali esterni (il pene e i testicoli) e da organi genitali interni non visibili (dotto deferente, vescicole seminali, dotti eiaculatori, prostata e uretra).
I principali tumori dell’apparato riproduttivo maschile sono quelli della prostata e del testicolo.
Il tumore della prostata rappresenta la forma tumorale più comune con un numero di nuovi casi pari a circa 113 per 100.000, e contribuisce all’8,1% dei decessi per causa tumorale. Colpisce prevalentemente gli anziani.
Il tumore del testicolo rappresenta il secondo tumore più frequente negli uomini tra 0-44 anni. Complessivamente, il tumore del testicolo rappresenta lo 0,7% delle diagnosi di tumore con un numero di nuovi casi pari a 5,4 per 100.000.
Per il tumore della prostata, i fattori di rischio più rilevanti sono la razza, con i neri maggiormente interessati rispetto ai bianchi, e la familiarità per la patologia.
Per il tumore del testicolo, invece, sono fattori di rischio noti l’età e la mancata discesa del testicolo nel sacco scrotale.
Alla presenza di tumore della prostata il paziente è sottoposto ad asportazione dell’organo o a radioterapia o terapia endocrina. La scelta è legata, da un lato alla valutazione del tipo, del grado e dello stadio del tumore e, dall’altro, all’età e alle condizioni del paziente.
Alla presenza di tumore testicolare in fase precoce è indicata la rimozione dell’organo in associazione, in casi selezionati, alla radioterapia; nelle forme più avanzate, invece, si viene sottoposti alla chemioterapia.

Guarda le strutture che effettuano il maggior numero di interventi chirurgici

Fonte

Sportello Cancro 2016, indicatore 12.
Confronto tra strutture calcolato su dati 2014.