Tumore maligno all'apparato muscoloscheletrico e al connettivo: volume annuale di interventi chirurgici


Descrizione indicatore

L’indicatore ci consente di calcolare il numero di interventi chirurgici per tumori dell’apparato muscoloscheletrico e connettivo eseguiti in un anno in una struttura ospedaliera (indicatore di "volume").

Come si legge

L’indicatore si riferisce al grado di "competenza" delle cure prestate.
Più alto è il numero d’interventi chirurgici eseguiti per tumori dell’apparato cardiocircolatorio, maggiore è il grado di esperienza della struttura ospedaliera. Non costituisce, pertanto, un parametro di valutazione inerente l'esito delle cure prestate.

Descrizione generale

Nel gruppo tumori dell’apparato muscolo-scheletrico e connettivo sono compresi tutti i tumori delle ossa e della cartilagine.
I tumori possono essere primitivi (nascere dalle cellule dell’osso) o essere secondari (metastasi).
Molto frequenti sono i tumori ossei metastatici, cioè presenti nell’osso ma provenienti da tumori formatisi in altri organi: le metastasi ossee più comuni sono quelle che si formano dal tumore del seno, del polmone, della prostata e dal melanoma.
Le tipologie più diffuse di tumore primitivo dell’osso sono gli osteosarcomi e i condrosarcomi: l’osteosarcoma si sviluppa nel tessuto osseo, mentre il condrosarcoma si forma dalla cartilagine.
Un’attenzione merita anche il sarcoma di Ewing, un tumore molto aggressivo che si sviluppa soprattutto nelle ossa di bambini e adolescenti.
In Italia, per i tumori primitivi, ogni anno si registrano circa 1 caso su 100.000 sia tra gli uomini sia tra le donne, cioè circa 350 nuovi casi all’anno, mentre i tumori metastatici sono molto più diffusi.
I più colpiti dai tumori primitivi sono giovani con un’età media vicina ai 20 anni e il 50% dei casi è diagnosticato prima dei 59 anni.
I principali trattamenti sono la chirurgia, la chemioterapia e la radioterapia, spesso utilizzate in combinazione.
Come per la maggior parte dei tumori, la probabilità di guarigione e la scelta del trattamento più adatto dipendono da diversi fattori come, ad esempio, lo stadio della malattia, la possibilità di asportazione con intervento chirurgico e le condizioni generali del paziente.

Guarda le strutture che effettuano il maggior numero di interventi chirurgici

Fonte

Sportello Cancro, indicatore 8.
Al momento gli ultimi dati disponibili per questa patologia con indicatore risalgono al 2014 e per questo non sono ritenuti significativi.