Parto: volume annuale di ricoveri per parto


Indice

Descrizione indicatore

L’indicatore ci consente di calcolare il numero di parti effettuati in un anno in una struttura ospedaliera (indicatore di "volume").

Come si legge

L’indicatore si riferisce al grado di "competenza" e di "sicurezza" delle cure prestate. 
Più alto è il numero di parti effettuati in una struttura ospedaliera, maggiore è il grado di esperienza della struttura stessa e la sicurezza delle cure prestate.

Descrizione generale

Per "volume di parti" si intende il numero di parti, naturali e cesarei, eseguiti ogni anno in una struttura.
In Italia, ogni anno, si eseguono oltre 460mila parti; circa i due terzi di essi (il 64,6%) avvengono in strutture che ne effettuano almeno 1.000 all'anno (valore minimo stabilito per garantire un’assistenza di buona qualità in maternità di II livello), mentre all'estremo opposto circa 6 su 100 (il 5,8%) avvengono in strutture dove se ne eseguono meno di 500 ogni anno (valore minimo stabilito per garantire un’assistenza di buona qualità in maternità di I livello).

Valutazione istituzionale

Il Ministero della Salute ha identificato la seguente soglia minima di volume di attività: 1.000 procedure/anno.

Codici ICD-9-CM selezionati

Sono inclusi tutti i ricoveri con DRG 370-375, o con codici ICD-9-CM di diagnosi principale o secondaria V27.xx o 650 o 640.xy-676.xy dove y =1 o 2, o codici di procedura 72.x, 73.2, 73.5, 73.6, 73.8, 73.9, 74.0, 74.1, 74.2, 74.4, 74.99.

Il volume di parti è calcolato su base annuale, riferito all’anno di dimissione del ricovero.

Consulta le strutture sanitarie che effettuano in un anno il maggior numero di parti


Approfondisci anche gli altri indicatori relativi a:

Fonte del dato

Programma Nazionale Esiti 2018, indicatore 127. 
Confronto tra strutture calcolato su dati 2017. 

Nota bene: per tener conto di errori nell’attribuzione di condizioni/interventi a singoli ospedali, sono state escluse dalle analisi tutte le strutture con volumi di attività molto bassi in relazione alla condizione considerata (volume di attività minimo 10 casi/anno). 

Fonte della Valutazione Istituzionale

Il semaforo è calcolato sulla base dei seguenti documenti ufficiali:

Altre fonti scientifiche

  • Gruppo di lavoro del Programma Nazionale Esiti. Amato L, Fusco D, Acampora A, Bontempi K, Rosa AC, Colais P, Cruciani F, D’Ovidio M, Mataloni F, Minozzi S, Mitrova Z, Pinnarelli L, Saulle R, Soldati S, Sorge C, Vecchi S, Ventura M, Davoli M. Volume and health outcomes: evidence from systematic reviews and from evaluation of Italian hospital data. Epidemiol Prev. 2017 Sep-Dec;41(5-6 Suppl 2):1-128. doi: 10.19191/EP17.5-6S2.P001.100.
  • Decreto del Ministro della sanità 16 luglio 2001, n. 349, Regolamento recante “Modificazioni al certificato di assistenza al parto, per la rilevazione dei dati di sanità pubblica e statistici di base relativi agli eventi di nascita, alla natimortalità ed ai nati affetti da malformazioni”. (G.U. Serie Generale, n. 218 del 19 settembre 2001).
  • Friedman AM, Ananth CV, Huang Y, D'Alton ME, Wright JD. Hospital delivery volume, severe obstetrical morbidity, and failure to rescue. Am J Obstet Gynecol. 2016 Dec;215(6):795.e1-795.e14. doi: 10.1016/j.ajog.2016.07.039. Epub 2016 Jul 22.
  • Clapp MA, Melamed A, Robinson JN, Shah N, Little SE. Obstetrician volume as a potentially modifiable risk factor for cesarean delivery. Obstet Gynecol. 2014 Oct;124(4):697-703. doi: 10.1097/AOG.0000000000000473.
  • Bozzuto L, Passarella M, Lorch S, Srinivas S.Effects of Delivery Volume and High-Risk Condition Volume on Maternal Morbidity Among High-Risk Obstetric Patients.Obstet Gynecol. 2019 Feb;133(2):261-268. doi: 10.1097/AOG.0000000000003080.
  • Drukker L, Hants Y, Farkash R, Grisaru-Granovsky S, Shen O, Samueloff A, Sela HY.Impact of surgeon annual volume on short-term maternal outcome in cesarean delivery. Am J Obstet Gynecol. 2016 Jul;215(1):85.e1-8. doi: 10.1016/j.ajog.2016.03.028.
  • Lee KS, Kwak JM. Effect of patient risk on the volume-outcome relationship in obstetric delivery services. Health Policy. 2014 Dec;118(3):407-12. doi: 10.1016/j.healthpol.2014.05.007.
  • Plevani C, Incerti M, Del Sorbo D, Pintucci A, Vergani P, Merlino L, Locatelli A. Cesarean delivery rates and obstetric culture - an Italian register-based study. Acta Obstet Gynecol Scand. 2017 Mar;96(3):359-365. doi: 10.1111/aogs.13063. 
  • Chang JJ, Stamilio DM, Macones GA. Effect of hospital volume on maternal outcomes in women with prior cesarean delivery undergoing trial of labor. Am J Epidemiol. 2008 Mar 15;167(6):711-8. doi: 10.1093/aje/kwm363. Epub 2008 Jan 11.
  • Snowden JM, Cheng YW, Emeis CL, Caughey AB. The impact of hospital obstetric volume on maternal outcomes in term, non-low-birthweight pregnancies. Am J Obstet Gynecol. 2015 Mar;212(3):380.e1-9. doi: 10.1016/j.ajog.2014.09.026.
  • Merriam AA, Wright JD, Siddiq Z, D'Alton ME, Friedman AM, Ananth CV, Bateman BT. Risk for postpartum hemorrhage, transfusion, and hemorrhage-related morbidity at low, moderate, and high volume hospitals. J Matern Fetal Neonatal Med. 2018 Apr;31(8):1025-1034. doi: 10.1080/14767058.2017.1306050.
Installa subito l'APP di
e resta sempre aggiornato!