Frattura del collo del femore: intervento chirurgico entro 2 giorni


Indice

Descrizione indicatore

L’indicatore ci consente di calcolare il numero di pazienti con frattura del collo del femore che vengono sottoposti a intervento chirurgico entro 48 ore dal ricovero, rispetto al totale dei pazienti ricoverati per lo stesso tipo di frattura.

Come si legge

L’indicatore si riferisce al grado di “sicurezza" delle cure prestate. 
Più alto è il numero di pazienti che vengono sottoposti a intervento chirurgico per frattura del collo del femore entro 48 ore dal ricovero, maggiori sono la sicurezza e l'appropriatezza e più basso è il rischio di morte o disabilità.

Descrizione generale

Il femore è un osso lungo che costituisce da solo lo scheletro della coscia e collega il bacino al ginocchio.
Per saperne di più sulla patologia leggi la scheda: "Frattura del collo del femore: volume annuale di interventi chirurgici".

Valutazione istituzionale

Il Ministero della Salute ha identificato la seguente soglia minima di interventi chirurgici da effettuare entro 48h dall’accesso in ospedale: 60% /anno/sul totale degli accessi in Pronto Soccorso per frattura di femore.

Codici ICD-9-CM selezionati

L’esito in studio è l’intervento chirurgico entro 2 giorni (differenza tra la data di intervento e la data di accesso al Pronto Soccorso della struttura di ricovero o la data del ricovero minore o uguale a 2 giorni) a seguito di frattura del collo del femore.

Interventi in studio
Sostituzione protesica totale o parziale (codici ICD-9 CM:81.51, 81.52) o riduzione di frattura (codici ICD-9-CM: 79.00, 79.05, 79.10, 79.15, 79.20, 79.25, 79.30, 79.35, 79.40, 79.45, 79.50, 79.55).

Criteri di eleggibilità
Tutti i ricoveri, in regime ordinario, con diagnosi di frattura del collo del femore (codici ICD 9-CM 820.0-820.9) in qualsiasi posizione.

Criteri di esclusione
  • ricoveri preceduti da un ricovero con diagnosi di frattura del collo del femore nei 2 anni precedenti;
  • ricoveri di pazienti di età inferiore a 65 anni e superiore a 100;
  • ricoveri di pazienti non residenti in Italia;
  • ricoveri per trasferimento da altra struttura;
  • ricoveri di politraumatizzati: DRG 484-487;
  • ricoveri di pazienti deceduti entro 1 giorno senza intervento;
  • ricoveri con diagnosi principale o secondaria di tumore maligno (codici ICD-9-CM 140.0-208.9) nel ricovero in esame o nei 2 anni precedenti.
Nota bene: l’indicatore è costruito sui primi ricoveri per frattura del collo del femore nel periodo in esame, non preceduti da un ricovero con la stessa diagnosi nei 2 anni precedenti. Ogni paziente è rilevato una sola volta, anche nel caso abbia sperimentato più ricoveri per frattura del collo del femore nel periodo in esame; anche i pazienti che si fratturano entrambe le anche nello stesso periodo sono contati una sola volta, in considerazione del fatto che nelle SDO non è esplicitato quale dei due arti è interessato dalla frattura.


Consulta le strutture sanitarie con il maggior numero di pazienti con frattura del collo del femore che vengono sottoposti a intervento chirurgico entro 48 ore dal ricovero
Approfondisci l'indicatore relativo al volume di interventi chirurgici per frattura del femore

Fonte del dato

  • Programma Nazionale Esiti 2018, indicatore 42.
  • Confronto tra strutture calcolato su dati 2017.

Fonte della Valutazione Istituzionale

Il semaforo è calcolato sulla base dei seguenti documenti ufficiali:

Altre fonti scientifiche

  • Barone AP, Fusco D, Colais P, Effects of socioeconomic position on 30-day mortality and wait for surgery after hip fracture. Int J Qual Health Care. 2009 Dec;21(6):379-86.
  • Bottle A, Aylin P. Mortality associated with delay in operation after hip fracture: observational study. BMJ 2006; 332(7547):947-51.
  • Carretta E, Bochicchio V, Rucci P et al. Hip fracture: effectiveness of early surgery to prevent 30-day mortality. Int Orthop. 2010 Apr 8.
  • Casaletto JA, Gatt R. Post-operative mortality related to waiting time for hip fracture surgery. Injury 2004; 35:114-20.
  • Colais P, Agabiti N, Fusco D et al. Inequality in 30-day mortality and the wait for surgery after hip fracture: the impact of the regional health care evaluation program in Lazio (Italy). Int J Qual Health Care. 2013 Jul; 25(3):239-47.
  • Doruk H, Mas MR, Yildiz C, Sonmez A, Kyrdemir V. The effect of the timing of hip fracture surgery on the activity of daily living and mortality in elderly. Arch Gerontol Geriatr 2004; 39:179–85.
  • Gdalevich M, Cohen D, Yosef D, Tauber C. Morbidity and mortality after hip fracture: the impact of operative delay. Arch Orthop Trauma Surg 2004;124:334–40.
  • Hamlet WP, Lieberman JR, Freedman EL, Dorey FJ, Fletcher A, Johnson EE. Influence of health status and the timing of surgery on mortality in hip fracture patients. Am J Orthop 1997; 26:621-7.
  • Moja L, Piatti A, Pecoraro V, Ricci C, Virgili G, Salanti G, Germagnoli L, Liberati A, Banfi G. Timing matters in hip fracture surgery: patients operated within 48 hours have better outcomes. A meta-analysis and meta-regression of over 190,000 patients. PLoS One. 2012; 7(10).
  • Orosz GM, Magaziner J, Hannan EL et al. Association of timing of surgery for hip fracture and patient outcomes. JAMA 2004; 291:1738-1743.
  • Shiga T, Wajima Z, Ohe Y. Is operative delay associated with increased mortality of hip fracture patients? Systematic review, meta-analysis, and meta-regression [Le delai operatoire est-il associe a une mortalite accrue chez les patients atteints d'une fracture de la hanche ? Synthese systematique, meta-analyse et meta-regression]. Canadian J Anesthesia 2008; 55: 146-154.
  • Vidal EI, Moreira-Filho DC, Coeli CM et al. Hip fracture in the elderly: does counting time from fracture to surgery or from hospital admission to surgery matter when studying in-hospital mortality? Osteoporos Int. 2009 May;20(5):723-9.
  • Yonezawa T, Yamazaki K, Atsumi T et al. Influence of the timing of surgery on mortality and activity of hip fracture in elderly patients. J Orthop Sci. 2009 Sep;14(5):566-73
Installa subito l'APP di
e resta sempre aggiornato!