Protesi d'anca: volume annuale di interventi chirurgici


Indice

Descrizione indicatore

L’indicatore ci consente di calcolare il numero di interventi chirurgici di protesi di anca eseguiti in un anno in una struttura ospedaliera (indicatore di "volume").

Come si legge

L’indicatore si riferisce al grado di "competenza" e di "sicurezza" delle cure prestate. 
Più alto è il numero di interventi chirurgici di protesi di anca eseguiti in una struttura ospedaliera, maggiore è il grado di esperienza della struttura stessa e la sicurezza del trattamento offerto.

Descrizione generale

L'anca è una delle più grandi articolazioni del corpo umano che collega il tronco agli arti inferiori. 
Le cause più comuni che possono determinare un danno all'articolazione dell'anca sono:
  • l’osteoartrosi, in cui la cartilagine che ammortizza le ossa dell'anca si ammorbidisce e si logora;
  • le fratture ossee che nel tempo possono danneggiare la cartilagine articolare, causando dolore e limitandone la funzione;
  • l’artrite reumatoide, in cui la membrana sinoviale che circonda l'articolazione diventa infiammata e ispessita e tale infiammazione cronicamente può danneggiare la cartilagine. 
Quando l'entità del danno è rilevante o quando si cronicizza, può rendersi necessario l'intervento chirurgico di protesi d'anca. Durante l’intervento l'osso danneggiato e la cartilagine verranno rimossi e sostituiti con delle protesi artificiali. 
L’intervento di protesi d’anca può essere eseguito con successo a tutte le età, ma la maggior parte dei pazienti che vi si sottopongono in genere sono di età compresa tra i 50 e gli 80 anni. A seconda del modello utilizzato una protesi può durare tra i 15 e i 20 anni. 

Solitamente un intervento di protesi d'anca dura dai 60 ai 90 minuti e si svolge in anestesia generale, ad eccezione di alcuni casi in cui l'intervento viene fatto in anestesia locale.

Riguardo alla scelta del materiale da utilizzare, invece, vi sono diversi fattori da considerare spiegati all'interno dell'Approfondimento di Dove e Come Mi Curo su "La Protesi d'anca". 

Valutazione istituzionale

Il Gruppo di lavoro del Programma Nazionale Esiti ha identificato la seguente soglia minima di volume di attività: 100 procedure/anno.

Codici ICD-9-CM selezionati

Sono inclusi tutti i ricoveri, in regime ordinario, con intervento di protesi di anca, definito da almeno uno dei seguenti codici ICD- 9-CM, in qualunque posizione: 
  • 81.51 Sostituzione totale dell’anca
  • 81.52 Sostituzione parziale dell’anca
  • 81.53 Revisione di sostituzione dell’anca non altrimenti specificata
  • 00.70 Revisione di protesi di anca, sia acetabolare che componenti femorali
  • 00.71 Revisione di protesi di anca, componente acetabolare
  • 00.72 Revisione di protesi di anca, componente femorale
  • 00.73 Revisione di protesi di anca, inserto acetabolare e/o della sola testa del femore
  • 00.85 Rivestimento totale dell’anca, acetabolo e testa del femore
  • 00.86 Rivestimento parziale dell’anca, testa del femore
  • 00.87 Rivestimento parziale dell’anca, acetabolo

Il volume di ricoveri per interventi chirurgici è calcolato su base annuale, riferito all’anno di dimissione del ricovero.

Consulta le strutture sanitarie che effettuano in un anno il maggior numero di interventi chirurgici per protesi d'anca

Fonte del dato

Programma Nazionale Esiti 2018, indicatore 124. 
Confronto tra strutture calcolato su dati 2017.

Nota bene: per tener conto di errori di attribuzione, sono escluse dall'analisi le strutture con volumi di attività molto bassi (min 5/anno).

Fonte della Valutazione Istituzionale

Il semaforo è calcolato sulla base del seguente documento ufficiale:

Altre fonti scientifiche

  • Prokopetz JJ, Losina E, Bliss RL, Wright J, Baron JA,Katz JN. Risk factors for revision of primary total hip arthroplasty: a systematic review. BMC Musculoskelet Disord 2012;13:251. doi: 10.1186/1471-2474-13-251.
  • Gandjour A, Bannerberg A, Lauterbach KW. Threshold volumes associated with higher survival in health care. Med Care 2003;41(10):1129-41.
  • Halm EA, Lee C, Chassin MR. Is volume related to outcome in healthcare= Asystematic review and methodologic critique of the literature. Ann Intern Med 2002:137(6):511-20.
  • Dudley RA, Johansen KL, Brand R, Rennie DJ, Milstein A. Selective referral to high-volume hospitals: estimating potentially avoidable deaths. JAMA 2000; 283(9):1159-66.
  • Culler SD, Holmes AM, Gutierrez B. Expected hospital costs of knee replacement for rural residents by location of service. Med Care 1995;33(12):1188-209. 
  • Eskelinen A, Remes V, Helenius I, Pulkkinen P, Nevalainen J, Paavolainen P. Total hip arthroplasty for primary osteoarthrosis in younger patients in the Finnish ar- throplasty register. 4,661 primary replacements followed for 0-22 years. Acta Or- thop 2005;76(1):28-41.
  • Espehaug B, Havelin LI, Engesaeter LB, Vollset SE. The effect of hospital-type and operating volume on the survival of hip replacements. A review of 39,505 prima- ry total hip replacements reported to the Norwegian Arthroplasty Register, 1988- 1996. Acta Orthop Scand 1999;70(1):12-18.
  • Farley DE, Ozminkowski RJ. Volume-outcome relationships and in-hospital mor- tality: the effect of changes in volume over time. Med Care 1992;30(1):77-94. Fender D, van der Meulen JH, Gregg PJ. Relationship between outcome and an- nual surgical experience for the charnley total hip replacement. Results from a re- gional hip register. J Bone Joint Surg Br 2003;85(2):187-90.
  • Hooper GJ, Rothwell AG, Stringer M, Frampton C. Revision following cemented and uncemented primary total hip replacement: a seven-year analysis from the New Zealand Joint Registry. J Bone Joint Surg Br 2009;91(4):451-58.
  • Hughes RG, Hunt SS, Luft HS. Effects of surgeon volume and hospital volume on quality of care in hospitals. Med Care 1987;25(6):489-503.
  • Judge A, Chard J, Learmonth I, Dieppe P. The effects of surgical volumes and training centre status on outcomes following total joint replacement: analysis of the Hospital Episode Statistics for England. J Public Health (Oxf) 2006; 28(2): 166-24.
  • Khuri SF, Daley J, Henderson W et al. Relation of surgical volume to outcome in eight common operations: results from the VA National Surgical Quality Improve- ment Program. Ann Surg 1999;230(3):414-29.
  • Kreder HJ, Deyo RA, Koepsell T, Swiontkowski MF, Kreuter W. Relationship be- tween the volume of total hip replacements performed by providers and the rates of postoperative complications in the state of Washington. J Bone Joint Sur Am 1997;79(4):485-94.
  • Kreder HJ, Williams JI, Jaglal S, Hu R, Axcell T, Stephen D. Are complication rates for elective primary total hip arthroplasty in Ontario related to surgeon and hos- pital volumes? A preliminary investigation. Can J Surg 1998;41(6):431-37. Lavernia CJ, Guzman JF. Relationship of surgical volume to short-term mortality, morbidity, and hospital charges in arthroplasty. J Arthoplasty 1995;10(2):133-40. Losina E, Barrett J, Mahomed NN, Baron JA, Katz JN. Early failures of total hip re- placement: effect of surgeon volume. Arthritis Rheum 2004;50(4):1338-43.
  • Luft HS, Hunt SS, Maerki SC. The volume-outcome relationship: practice-makes- perfect or selective-referral patterns? Health Serv Res 1987;22(2):157-82. Maerki SC, Luft HS, Hunt SS. Selecting categories of patients for regionaliza- tion. Implications of the relationship between volume and outcome. Med Care 1986;24(2):148-58.
  • Manley M, Ong K, Lau E, Kurtz SM. Effect of volume on total hip arthroplasty revision rates in the United States Medicare population. J Bone Joint Surg Am 2008;90(11):2446-51.
  • Paterson JM, Williams JI, Kreder HJ et al. Provider volumes and early outcomes of primary total joint replacement in Ontario. Can J Surg 2010;53(3):175-83.
  • Riley G, Lubitz J. Outcomes of surgery among the Medicare aged: surgical volume and mortality. Health Care Financ Rev 1985;7(1):37-47.
  • Stea S, Bordini B, De Clerico M, Petropulacos K, Toni A. First hip arthroplasty reg- ister in Italy: 55,000 cases and 7 year follow-up. Int Orthop 2009;33(2):339-46. Taylor HD, Dennis DA, Crane HS. Relationship between mortality rates and hospi- tal patient volume for Medicare patients undergoing major orthopaedic surgery of the hip, knee, spine, and femur. J Arthoplasty 1997;12(3):235-42.
  • Taylor HD, Dennis DA, Crane HS. Relationship between mortality rates and hospi- tal patient volume for Medicare patients undergoing major orthopaedic surgery of the hip, knee, spine, and femur. J Arthoplasty 1997;12(3):235-42.
Installa subito l'APP
e resta sempre aggiornato!