Infarto, bypass e angioplastica: dove operarsi in Lazio?

Infarto, bypass e angioplastica: dove operarsi in Lazio?

I ricoveri per infarto miocardico acuto in Italia sono calati del 7,6% tra il 2012 e il 2018 mentre la mortalità media a 30 giorni è scesa dal 9,98% all’8,03%; quanto allo standard di 100 ricoveri annui, è rispettato dal 61,9% degli ospedali; la soglia di 200 interventi di bypass aortocoronarico è raggiunta dal 27,7% dei centri mentre il valore di 250 interventi di angioplastica coronarica è ottenuto dal 58,8% delle strutture. Su www.doveecomemicuro.it le classifiche regionali degli ospedali più performanti per volume (fonte: PNE 2019 riferito al 2018). Al 1° posto per numero di ricoveri per infarto miocardico acuto c’è l’Ospedale Santa Maria Goretti di Latina – ASL Latina, per il bypass c’è il Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma mentre per l’angioplastica c’è la Fondazione Policlinico Tor Vergata di Roma

CLASSIFICHE REGIONALI
(Fonte: PNE 2019)

Ricoveri per infarto miocardico acuto

Le strutture pubbliche o private accreditate che effettuano questo tipo di ricovero sono 46 (considerando anche quelle sotto i 10 volumi: 96).

Le 5 strutture che nel Lazio effettuano un maggior numero di ricoveri sono: 
  1. Ospedale Santa Maria Goretti di Latina – ASL Latina (n° ricoveri: 710) (non rispetta mortalità a 30gg: 11,44%; rispetta la % di PTCA a 48h: 62,73%)
  2. Fondazione Policlinico Tor Vergata di Roma (n° ricoveri: 680) (rispetta sia mortalità a 30gg: 7,87% che la % di PTCA a 48h: 85,21%)
  3. Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini di Roma (n° ricoveri: 572) (non rispetta mortalità a 30gg: 9,05%; rispetta la % PTCA a 48h: 58,83%)
  4. Presidio ospedaliero San Filippo Neri di Roma – ASL Roma 1 (n° ricoveri: 511) (rispetta sia mortalità a 30gg: 4,23% che la % PTCA a 48h: 61,03%)
  5. Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma (n° ricoveri: 482) (non rispetta mortalità a 30gg: 8,48%; rispetta la %PTCA a 48h: 68,37%)
Nel Lazio il valore di riferimento ministeriale di minimo 100 ricoveri l’anno è rispettato dal 65,2% delle strutture.

La Fondazione Policlinico Tor Vergata di Roma e il Presidio ospedaliero San Filippo Neri di Roma – ASL Roma 1 oltre a vantare alti volumi mantengono anche una bassa mortalità a 30 giorni dal ricovero (che deve mantenersi inferiore o uguale all’8%) e un’alta percentuale (che deve mantenersi superiore o uguale al 45%) di pazienti sottoposti a PTCA (angioplastica coronarica percutanea transluminale) entro 48 ore dal ricovero (rispettivamente mortalità a 30gg: 7,87% e 4,23%; PTCA entro 48h: 85,21% e 61,03%).

Le strutture che nel Lazio rispettano tutti e 3 i valori di riferimento sono 14, pari al 30,4% delle strutture che effettuano questo tipo di ricovero. 
 
  VOLUME di ricoveri % Mortalità a 30 gg  % PTCA entro 48h dal ricovero
Fondazione Policlinico Tor Vergata di Roma 680     7,87   85,21
Presidio Ospedaliero San Filippo Neri di Roma – ASL Roma 1 511  4,23  61,03
Azienda Ospedaliera Universitaria Sant'Andrea di Roma    462     5,04    58,53
Presidio Ospedalier Santo Spirito in Sassia di Roma – ASL Roma 1    461     4,5     67,82
Ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone – ASL Frosinone     435    2,47     63,99
Ospedale Sandro Pertini di Roma – ASL Roma 2     388     7,7     74,29
Policlinico Casilino di Roma - Eurosanità     376   5,69 74,47
Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata di Roma 337  7,12 67,1
Aurelia Hospital di Roma 334 6,93 60,98
Ospedale Madre Giuseppina Vannini di Roma  329   5,85 54,21
Ospedale Giovan Battista Grassi – ASL Roma 3 319 5,99 54,86
Ospedale San Pietro di Roma Fatebenefratelli 255  5,43  63,41
Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico Umberto I di Roma     239     6,44   70,16
Casa di Cura Sant'Anna Policlinico Città di Pomezia – G. Giomi 169 4,9 45,12

Il 4,4% dei residenti sceglie di farsi curare in altre regioni.
Il 95,6% dei residenti sceglie di farsi curarsi nella propria regione. 
Il 4,2% di interventi eseguiti su non residenti.

Interventi chirurgici di bypass aortocoronarico

Le strutture pubbliche o private accreditate che effettuano questo tipo di intervento sono 10.

Le 5 strutture che nel Lazio effettuano un maggior numero di interventi sono: 
1.    Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma (n° interventi: 322) 1° in Italia
2.    Policlinico Universitario Campus Bio-Medico di Roma (n° interventi: 296) 4° in Italia
3.    Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini di Roma (n° interventi: 206)
4.    Fondazione Policlinico Tor Vergata di Roma (n° interventi: 161)
5.    Azienda Ospedaliera Universitaria Sant'Andrea di Roma (n° interventi: 118)

Nel Lazio il valore di riferimento ministeriale di minimo 200 interventi l’anno è rispettato dal 30% delle strutture. 

Il Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma e l’Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini di Roma oltre a vantare alti volumi mantengono anche una bassa mortalità a 30 giorni dall’intervento (che deve mantenersi inferiore o uguale all’1,5%), rispettivamente del 1,19% e 1,13%. 

Il 6,3% dei residenti sceglie di farsi curare in altre regioni.
Il 93,7% dei residenti sceglie di farsi curarsi nella propria regione. 
Il 5% di interventi eseguiti su non residenti.

Interventi chirurgici di angioplastica coronarica

Le strutture pubbliche o private accreditate che effettuano questo tipo di intervento sono 32 (considerando anche quelle sotto i 10 volumi: 40).

Le 5 strutture che nel Lazio effettuano un maggior numero di interventi sono: 
  1. Fondazione Policlinico Tor Vergata di Roma (n° interventi: 939)
  2. Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma (n° interventi: 932)
  3. Policlinico Casilino di Roma - Eurosanità (n° interventi: 875)
  4. Aurelia Hospital di Roma (n° interventi: 703)
  5. Ospedale Santa Maria Goretti di Latina – ASL Latina (n° interventi: 663)
Nel Lazio il valore di riferimento ministeriale di minimo 250 interventi l’anno è rispettato dal 69% delle strutture.

Le altre strutture che rispettano il valore di riferimento sono:
6.    Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico Umberto I di Roma (n° interventi: 578)
7.    Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini di Roma (n° interventi: 567)
8.   Presidio Ospedaliero San Filippo Neri di Roma – ASL Roma 1 (n° interventi: 498)
9.   Ospedale Sant'Eugenio di Roma – ASL Roma 2 (n° interventi: 497)
10.    Ospedale Madre Giuseppina Vannini di Roma (n° interventi: 491)
11.    Ospedale Sandro Pertini di Roma – ASL Roma 2 (n° interventi: 482)
12.    Ospedale Giovan Battista Grassi di Roma – ASL Roma 3 (n° interventi: 441)
13.    Presidio Ospedaliero Santo Spirito in Sassia di Roma – ASL Roma 1 (n° interventi: 437)
14.    Ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli – ASL Roma 5 (n° interventi: 436)
15.    Azienda Ospedaliera Universitaria Sant'Andrea di Roma (n° interventi: 433)
16.    Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata di Roma (n° interventi: 418)
17.    Policlinico Universitario Campus Bio-Medico di Roma (n° interventi: 417)
18.    Ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone – ASL Frosinone (n° interventi: 415)
19.    Ospedale di Belcolle - ASL Viterbo (n° interventi: 328)
20.    Ospedale San Camillo De Lellis di Rieti (n° interventi: 325)
20.    Ospedale San Pietro di Roma – Fatebenefratelli (n° interventi: 325)
21.    European Hospital di Roma - Garofalo Health Care (n° interventi: 259)

Il 7% dei residenti sceglie di farsi curare in altre regioni.
Il 93% dei residenti sceglie di farsi curarsi nella propria regione. 
Il 4,6% di interventi eseguiti su non residenti.

Visite specialistiche più cercate

Trova strutture

Le migliori strutture per...

Installa subito l'APP
e resta sempre aggiornato!